TwitterFacebookGoogle+

In Texas sta arrivando l'uragano Harvey, partito l'ordine di evacuazione delle città

E’ scattata l’evacuazione delle città del Texas, lungo la costa sul Golfo del Messico, e delle piattaforme petrolifere, minacciate dall’uragano Harvey. Partito come una tempesta tropicale, per Harvey si prevede raggiunga categoria 3 oggi, prima di toccare terrà nella zona di Corpus Christi. Per Port Aransas e Portland è stato diramato un ordine di evacuazione obbligatoria. Per Corpus Christi, considerato il possibile Ground Zero di questo mostruoso uragano, l’ordine di evacuazione è per ora facoltativo. Tutte le scuole resteranno chiuse lunedì, anche a Houston, dove, oltre alla forza dell’uragano, si temono pesanti allagamenti perché si prevede che la tempesta si soffermi sullo stato almeno fino a mercoledì. 

UPDATE [25.08-05:30] #CorpusChristi #Nueces #Texas evacuazioni in corso per arrivo #URAGANO #Harvey pic.twitter.com/wpKIMcKjCA

— Emergenza24 (@Emergenza24) 25 agosto 2017

Gli scaffali dei negozi sono stati svuotati e non sono previsti nuovi rifornimenti fino alla fine delle prossima settimana. “Gli effetti peggiori potrebbero sentirsi lontano dal punto in cui toccherà terra”, ha osservato l’esperto meteo John Cangialosi. La quantità di pioggia aumenta in modo esponenziale quando l’uragano si muove lentamente, proprio come nel caso di Harvey. “Storicamente l’acqua dei cicloni tropicali è più mortale dei danni provocati dalla forza del vento”, ha spiegato Cangialosi. Sebbene siano passati 8 anni dal devastante uragano Ike che si è abbattuto sul Texas nel 2008, Houston ha registrato terribili allagamenti negli ultimi anni. Nel 2001 la tempesta tropicale Allison provocò la morte di 55 persone. Ieri il governatore del Texas, Greg Abbott ha dichiarato lo stato di calamità in 30 contee. Le compagnie petrolifere stanno evacuando il personale dalle piattaforme, secondo quanto reso noto dal Bureau of Safety and Environmental Enforcement americano. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.