TwitterFacebookGoogle+

In un video l'ultimo colloquio di Regeni con Abdallah

Ecco il video girato dallo stesso Abdallah durante il suo ultimo incontro con Giulio e trasmesso dagli investigatori egiziani a quelli italiani. Come riporta Repubblica, i due parlano del progetto della Fondazione Antipode, l’associazione britannica che aveva messo a disposizione sino a diecimila sterlina per partecipare a un progetto sociale destinato, soprattutto, ai paesi in via di sviluppo.

“Mia moglie ha il cancro, per me è importante ogni tipo di soldi, mi servono”, dice nel colloquio il capo del sindacato, Mohammed Abdallah. Mentre Giulio cerca di spiegargli che non può dargli soldi. “Non si tratta di soldi miei, non posso darteli. Io sono un accademico, non posso usarli per ragioni private”. 

Il video in cui Giulio Regeni parla con il capo del sindacato degli ambulanti egiziani è stato mandato in onda dal primo canale della tv egiziana al Arabya. Nel filmato, che era stato consegnato agli inquirenti italiani nei mesi scorsi, il ricercatore italiano spiega in arabo a Mohammed Abdallah che intende fare domanda per una borsa di 10.000 sterline da una Ong britannica da devolvere a favore dei venditori ambulanti egiziani. Il suo interlocutore, che poco dopo lo avrebbe denunciato alle autorità del Cairo, gli chiede di poter ricevere lui quella somma di denaro per poter curare la moglie, che sostiene essere malata di cancro. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.