TwitterFacebookGoogle+

Incendi a Roma Nord, in fiamme Pineta Sacchetti

Roma – Allarme incendi in Toscana e nel Lazio, con una situazione critica a Roma Nord, dove si è sviluppato un vasto rogo a Pineta Sacchetti. I vigili del fuoco sono impegnati in un intervento lungo Via Damiano Chiesa: sul posto cinque squadre e un elicottero del Reparto Volo di Ciampino. Le fiamme si sono propagate alla vicina struttura di “Forte Braschi”, sede dell’Aise. All’angolo tra via Chiesa e via Ventura i vigili del fuoco hanno sgomberato in via precauzionale un centro anziani minacciato dalle fiamme.

Gli agenti del Corpo forestale dello Stato del comando stazione di Roma e del comando provinciale Roma intervenuti sul posto, oltre a dirigere le operazioni di spegnimento, hanno stimato che le fiamme abbiano gia’ percorso circa 30/50 ettari di terreni incolti, bosco e canneto. Le fiamme piu’ esterne del fronte che procede verso il Policlinico Gemelli e Forte Braschi sono sotto controllo ma il forte vento potrebbe incrementarle di nuovo. La parte interna dell’incendio e’ ancora attiva.

Gli incendi – secondo quanto comunica il Corpo forestale – hanno interessato anche le province di Latina, Frosinone e Viterbo. A Marcellina in provincia di Roma sta operando un Eagle del Corpo forestale dello Stato dalla base di Vicovaro. L’incendio e’ di probabile origine dolosa. Presente sul posto anche una squadra del Nucleo Investigativo Antincendio Boschivo che sta eseguendo le indagini volte ad accertare eventuali responsabilita’. Nella regione Lazio dal 1 gennaio 2016 si sono verificati 388 incendi boschivi.

Coldiretti “nel Lazio è emergenza” – “Nei primi sei mesi del 2016 il Lazio si e’ piazzato alle spalle di Sicilia e Puglia per numero di incendi (2.024). Un triste primato che denota la gravita’ di un problema sottovalutato e piu’ volte denunciato”, afferma la Coldiretti. “Oltre ai cambiamenti climatici con temperature sempre piu’ torride – spiega David Granieri, presidente di Coldiretti Roma e Lazio – a luglio 1,4 gradi in piu’ rispetto alla media, a incidere sul costante aumento del numero degli incendi sono gli scarsi interventi di manutenzione, il degrado e l’abbandono dei terreni che lasciano il campo libero ai piromani e alle ecomafie, con rischi evidenti per l’ambiente. Quanto sta accadendo in questi giorni a Roma dimostra quanto sia necessario lavorare urgentemente sulla prevenzione e valorizzare quelle funzioni di sorveglianza, manutenzione e gestione del territorio svolte dagli imprenditori agricoli”. 

Dal Lazio alla Toscana – Sono ancora una ventina gli incendi attivi in Toscana. Il servizio Antincendi boschivi della Regione, coordinato dalla Sala operativa della protezione civile, riferisce che sono tre le situazioni piu’ critiche. La prima a Castellina Marittima (Pi),in localita’ Spicciano, dove le fiamme sono partite stamani intorno a mezzogiorno e stanno interessando circa 30 ettari di bosco. Sul posto stanno operando tre elicotteri della flotta regionale e un Canadair del Dipartimento di protezione civile nazionale. Al lavoro gia’ dieci squadre antincendi boschivi tra volontari e operai forestali degli enti competenti che saranno raggiunti presto da altre dieci squadre per completare le operazioni di spegnimento e bonifica. Una situazione particolarmente delicata perche’, a causa del vento forte, le fiamme stanno minacciando anche un gruppo di case e un capanno tenuti protetti al momento dalle operazioni dei Vigili del Fuoco. Vento forte ma fiamme sotto controllo anche a Roveta, sulle colline di Scandicci (Fi),dove un incendio e’ partito alle 13.20. Su una superficie percorsa dalle fiamme di circa dieci ettari stanno intervenendo 3 elicotteri della flotta regionale e 15 squadre del volontariato oltre ad altre squadre degli enti competenti. Terzo incendio a Rispescia (Gr),divampato stamani alle 11.30. Terminata la bonifica, adesso e’ gia’ in fase di controllo. Le fiamme hanno portato via un ettaro e mezzo di bosco e un ettaro e mezzo di frutteti e oliveti. E’ intervenuto un elicottero della flotta regionale. Ieri l’incendio piu’ impegnativo si e’ vericato a Pitigliano (Gr) dove sono brucuati 3 ettari e mezzo di bosco e 50 ettari di campi. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.