TwitterFacebookGoogle+

Incendi: bimbi intossicati e sgomberi nel Palermitano, chiusa A20 – VIDEO

Palermo – Decine di intossicati, evacuazioni, strade in tilt e paura a causa degli incendi che stanno interessando parecchi Comuni del Palermitano. Una sessantina gli intossicati, molti anziani, ma anche bambini come quelli di un asilo di Monreale, condotti all’ospedale Ingrassia. Le loro condizioni non sono gravi. In zona, a Pioppo, una ragazza è stata salvata dalle fiamme; mentre alcune auto sono state liberate dai pompieri dalla galleria della Palermo-Messina, presso Cefalù, invasa dal fumo.

I roghi interessano gran parte delle Madonie. Un inferno di fuoco, con temperature che sfiorano i 40 gradi. Ampio il fronte del fuoco: Alia, Balestrate, Partinico, Monreale, Gratteri, Lascari, Collesano, Terrasini, Bisacquino, Contessa Entellina, Cefalù. Evacuatidiversi immobili, case, scuole, aziede, imprese agricole, strutture ricettive. Le attivita’ di spegnimento sono molte difficoltose: si agisce a terra con squadre di vigili del fuoco, della Forestale e della Protezione civile. I canadair, infatti, a causa del forte vento di scirocco non possono operare in sicurezza. Chiusa la statale 113, tra Lascari e Cafalù, e l’autostrada Messina-Palermo, in entrambe le carreggiate tra gli svincoli di Buonfornello e Castelbuono. Minacciate diverse arterie stradali. Un tavolo e’ stato convocato in prefettura per fare il punto della situazione e degli interventi.

La Protezione civile regionale ha diffuso un avviso per rischio incendi e ondate di calore in Sicilia, con un grado di pericolosità ‘alta’ e consiglia di stare in casa, laddove non vi sia pericolo imminente, sigillando le finestre con del nastro adesivo per non fare entrare il fumo. (AGI)

.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.