TwitterFacebookGoogle+

Incidenti stradali: 60,5% automobilisti non lascia passare pedoni

(AGI) – Roma, 27 dic. – Il 60,5% degli automobilisti italiani non si fermano davanti al pedone che attraversa sulle strisce o al semaforo. E’ la media calcolata dall’Asaps, Associazione sostenitori amici della polizia stradale, monitorando 2mila “tentativi di attraversamento” in 5 delle piu’ importanti citta’ italiane: Milano, Firenze, Roma, Napoli e Palermo. I conducenti piu’ corretti (o meno scorretti, a seconda dei punti di vista) sono quelli lombardi, il 47% dei quali rispetta il diritto di precedenza del pedone, mentre i colleghi romani sono i piu’ indisciplinati: il 45% rispetta i semafori ma solo il 15% le strisce. Per ogni citta’, l’Asaps ha testato 200 tentativi di attraversamento sulle strisce e 200 in presenza di semaforo: nel complesso, a Firenze da’ la precedenza ai pedoni il 43% degli automobilisti, a Palermo il 39%, a Napoli il 38%, nella capitale il 30%. Percentuali basse, che calano ulteriormente se si prendono i considerazione i soli passaggi “zebrati”: a fermarsi, in questo caso, e’ appena il 22% dei conducenti milanesi, il 18% dei fiorentini e dei napoletani, il 12% dei palermitani. “Nei momenti del rilevamento – premette Giordano Biserni, presidente dell’Associazione – non erano presenti nelle vicinanze agenti della polizia locale, questo per certificare la spontaneita’ del gesto. Sarebbe interessante, tuttavia, poter analizzare quante multe vengono elevate a carico di automobilisti che non rispettano la precedenza del pedone: secondo l’articolo 191 del Codice della strada, il conducente di un veicolo che non da’ la precedenza ad un pedone che attraversa (o e’ nell’imminenza di farlo) sulle strisce e’ passibile di una contravvenzione da 162 a 646 euro e della decurtazione di 8 punti dalla patente. Una sanzione – conclude Biserni – che potrebbe avere un’indubbia efficacia se fosse attuata costantemente”. I frequenti investimenti di pedone – ricorda l’Asaps – hanno quasi sempre conseguenze tragiche. Sono 549 i morti e 21.234 i feriti complessivi nel 2013 e quasi il 30% travolti proprio sugli attraversamenti protetti. Mentre nei primi 11 mesi del 2014 sono gia’ 43 i morti e 363 i feriti (solo fra i pedoni) causati da pirati della strada. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.