TwitterFacebookGoogle+

India: 74 morti per liquore adulterato in baraccopoli di Mumbai

(AGI/AFP) – Mumbai, 20 giu. – Dramma in una baraccopoli di Mumbai, in India, dove un liquore contraffatto ha causato almeno 74 morti e altri 21 intossicati. Le bottiglie incriminate erano state messe in vendita a prezzo di saldo in uno spaccio governativo dello slum di Laxmi Naga, nel nord della metropoli, ma e’ emerso che contenevano una dose letale di metanolo. La polizia ha arrestato i tre proprietari della rivendita e i due responsabili della distribuzione delle bottiglie di liquore. Otto agenti sono stati sospesi per “negligenza” per non averne bloccato la vendita. Casi simili non sono nuovi in India, nonostante le severe normative che regolano la vendita degli alcolici, ma di solito sono confinati alle aree rurali e piu’ povere del gigante asiatico. Per Mumbai e’ il piu’ grave caso di intossicazione dal 2004, quando morirono 100 persone. In India i liquori contraffatti si vendono anche a meno di un euro per una bottiglia di 25 centilitri. .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.