TwitterFacebookGoogle+

India, dalit stuprata nuovamente dopo 3 anni dallo stesso branco

New Delhi – L’India è scossa da un nuovo stupro di gruppo, per di più ripetuto a distanza di tre anni: una ragazza di 21 anni è stata ricoverata in ospedale dopo essere stata violentata dallo stesso branco di 5 uomini che aveva abusato di lei nel 2013 e che era libero su cauzione in attesa del processo per le violenze del 2013. Teatro di questo ennesimo orrore è lo Stato di Haryana (confinante con la capitale New Delhi) dove la polizia sta dando la caccia ai 5 stupratori che hanno rapito e poi abusato della giovane dopo averla drogata. Ragazza che sfortunatamente per lei vive in India e appartiene alla casta piu’ bassa, i dalit, gli intoccabili, ennesimo paradosso di un subcontinente potenza economica e non solo con sacche di arretratezza medievali
La ragazza è stata ritrovata priva di conoscenza mercoledì sera tra alcuni cespugli su un lato di una superstrada. Il capo della polizia ha riferito che la giovane ha riconosciuto i 5 che sono liberi su cauzione in attesa del processo per il precedente stupro del 2013
Il mondo ha scoperto la piaga degli stupri in India quando il 16 dicembre 2012 un’altra giovane studentessa venne stuprata, torturata, picchiata e ridotta in fin di vita (morta dopo 15 giorni di agonia) su un autobus nella capitale da sei uomini, incluso l’autista del mezzo. L’amico che era con lei venne anche percosso brutalmente.
Secondo le ultime statistiche ufficiali – e quindi che riferiscono solo di coloro che hanno avuto il coraggio di denunciare la violenza subita sfidando l’ostracismo che colpisce le vittime degli stupri, come una volta accadeva anche in Italia – nel 2014 ci sono stati 36.735 casi di violenza sessuali. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.