TwitterFacebookGoogle+

India, è nata una bambina con due teste

Bambina due teste indiaLa donna che ha messo alla luce la piccola non si era sottoposta ad ecografie durante la gravidanza perché troppo povera.

Sta facendo il giro del mondo l’immagine della neonata con due teste venuta alla luce in India, da una donna che non si era sottoposta a ecografie durante la gravidanza perchè troppo povera.

Ùrmilà Sharma, 28 anni, ha dato alla luce due gemelli siamesi con due teste, due colli, due colonne vertebrali ma un solo corpicino al Cygnus JK Hindu Hospital a Sonipat (Haryana), nel nord dell’India, due giorni fa. La bambina pesa circa 3,4 kg, riferisce il ‘Daily Mail’, non ha ancora un nome ed è sotto stretta osservazione in terapia intensiva neonatale. I medici temono che le sue possibilità di sopravvivenza siano scarse. Il dottor Shikha Malik, che ha assistito al parto, sottolinea che «i genitori sono molto in difficoltà. Stiamo aiutando la famiglia al meglio».

Ùrmilà e suo marito Subhash, 32, che hanno un’altra figlia, erano troppo poveri per sottoporsi a ecografia durante la gravidanza. «Abbiamo scoperto che aspettava dei gemelli siamesi dopo un’eco fatta due settimane fa, ma era troppo tardi per intervenire. Ora che la bimba è nata faremo del nostro meglio per salvarla – spiega il medico – e speriamo di operarla una volta in condizioni stabili». Quella della piccola è una forma di congiunzione estremamente insolita.

http://www.globalist.it/Detail_News_Display?ID=55685&typeb=0&India-e-nata-una-bambina-con-due-teste

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.