TwitterFacebookGoogle+

Informate il papa!

Nel nome del Padre

In occasione della XIX Giornata in ricordo delle vittime di mafia, scopriamo che il papa non è a conoscenza della incrollabile fede cattolica dei padrini. Qualcuno glielo dica.

lunedì 24 marzo 2014 13:47


Immaginate di dover dire a un omofobo che suo figlio è gay, o a un fascista che la moglie frequenta il circolo “Gli amici di Che Guevara”, o a un animalista che la mamma sfila in passerella per un noto marchio di pellicce. Comunque la pensiate su gay, politica e pellicce, sarebbe di certo molto imbarazzante. Ora leggete cosa ha detto il papa rivolgendosi ai mafiosi in occasione della veglia di Libera per le vittime: «Per favore, convertitevi!». E giù a bacchettare col denaro sporco di sangue che li avrebbe portati dritti all’inferno.

Ecco, chi glielo dice a Bergoglio che gli “uomini d’onore” sono già tutti cattolici? No, perché la situazione è davvero incresciosa. Vabbè che viene da fuori, ma possibile che nessuno gli abbia raccontato che la fede cattolica è al primo posto tra i “principi” dell’etica mafiosa? Eppure le cronache sono piene di matrimoni in chiesa dei boss di Cosa nostra e di quelle innocenti deviazioni delle processioni religiose affinché passino proprio sotto il balcone del “signore” locale, ma anche di funzioni liturgiche con il gotha della criminalità organizzata in prima fila a battersi il petto e baciare il velo della Madonna, magari dopo aver contribuito con generosa donazione al rinnovo degli arredi sacri della parrocchia.

Ma bisogna capirlo, Bergoglio. Lui legge l’Osservatore romano, mica Chi o Gente. Però insomma, tutti quei prelati di cui è circondato – ma anche lo stesso personale di servizio o il suo parigrado emerito – non potevano avvertirlo prima per evitargli questa misera figura in diretta planetaria?

Cecilia M. Calamani

Home

Articolo originale

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.