TwitterFacebookGoogle+

Intesa Eni-Fai per valorizzare saline Cagliari

Cagliari – Un intervento per realizzare un recupero ambientale delle vecchie saline Conti Vecchi, che si estendono per circa 2.700 ettari alle porte di Cagliari, all’interno di una moderna struttura produttiva in fase di ristrutturazione e rilancio. E’ quanto prevede l’intesa tra la ‘ing. Conti Vecchi Spa’ controllata dal 100% dalla Syndial e quindi dall’Eni e il Fai (Fondo ambiente italiano). Il programma prevede uno stanziamento di un milione e mezzo di euro per la riqualificazione storica e ambientale dell’area e una durata di 10 anni per ciascuno dei quali sono previsti ulteriori 150mila euro riservati alle attivita’ di gestione.

Per il Fai – e’ stato sottolineato stamane nel corso di una conferenza stampa negli stabilimenti della Conti Vecchi – rappresenta la prima esperienza di gestione sinergica in un progetto di valorizzazione culturale di un sito produttivo la cui apertura al pubblico e’ prevista nella primavera del 2017. “Il progetto”, ha sottolineato l’amministratore delegato della Syndial, Giovanni Milani, “si inserisce in una piu’ importante scommessa per rendere una scelta economica. Per la prima volta si valorizza un contesto produttivo e insieme un’area di valore ambientale e museale, fatto che rende unica questa partnership tra Syndial e il Fai. L’iniziativa serve anche a sottolineare”, ha precisato, “la volonta’ di continuare un rapporto con la Sardegna dove vogliamo rimanere in modo sostenibile anche per dare un esempio e un contributo ad altre societa’”.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.