TwitterFacebookGoogle+

“Io a Times Square c'ero. E vi racconto la paura”

 “Quell’auto correva velocissima, mi ripetevo solo: ‘speriamo che ora rallenti’. Poi ho cominciato a scappare, insieme con gli altri, mentre la vedevo che investiva la folla”. Il terrore, raccontato dalla testimone oculare Donatella Mulvoni, collaboratrice dell’AGI, è piombato alle 11.55 nel cuore di New York, a Times Square.

 

  • L’auto è piombata sulla zona tra 42esima e 45esima strada tra 7ma Avenue e Broadway, scrive La Stampa

 Richard Rojas, 26enne del Bronx, è alla guida di un’auto Honda di color marrone, della quale, secondo la polizia, ha “perso il controllo” tra la 45esima e Broadway. L’auto finisce sulla folla: una diciassettenne muore e altre 22 persone restano ferite, fra cui tre in gravi condizioni. Il guidatore è stato arrestato.

  • Richard Rojas, 26 anni, era ubriaco, riporta Repubblica,

Richard Rojas è un ex militare della Marina e ha precedenti penali, ha detto il sindaco, Bill De Blasio, mentre il New York Police Department esclude che abbia voluto mettere in atto un attacco terroristico. Guidava ubriaco (è già condannato per questo reato due volte), ma – ha aggiunto parlando con il New York Post il testimone oculare Michael Tickerby, sembrava “che volesse colpire le persone, letteralmente prendendole di mira”. Quando l’auto si è fermata, contro alcuni paletti spartitraffico, Rojas ne è sceso. “Urlava, cercava di prendere a pugni le persone, le spintonava”, ha aggiunto Rickerby.

 
  • L’auto viaggiava contromano, riferisce il Corriere 

“Alcuni ragazzi – continua Mulvoni – urlavano: ‘questo figlio di puttana se la ride, pure’. Poi lo hanno visto piangere, mentre io pensavo a Nizza, a quel che era successo in Francia. Vedevo lenzuoli bianchi a terra, e mi sembrava impossibile non ci fossero molti morti”. 

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.