TwitterFacebookGoogle+

“Ipocrita dire aiutiamoli a casa loro se vendiamo armi ai regimi”

“Per Renzi dunque l’Italia non ha il dovere morale di accogliere, ma di aiutare a casa loro. Eppure Renzi sa perfettamente che l’Italia realizza l’esatto contrario perché aiuta sì chi decide di lasciare il proprio Paese, ma ad ammazzarsi a casa propria. La prova? Le esportazioni di armi italiane”. Roberto Saviano commenta con un durissimo post sul suo profilo Facebook il post apparso ieri sulla fanpage del Partito Democratico, tratto dal libro del suo segretario, Matteo Renzi, e finito in una accesa polemica sui social. E i numeri delle esportazioni li elenca: 

  • 2,7 miliardi di euro nel 2014.
  • 7,9 miliardi di euro nel 2015.
  • 14,6 miliardi di euro nel 2016”.

“Queste cifre mostrano come è cresciuto negli ultimi 3 anni (e Renzi ne è al corrente) il valore complessivo delle esportazioni di armi dall’Italia”, continua lo scrittore che denuncia l’”ipocrisia” del Pd nell’affermare di voler aiutare i migranti a casa loro. “Ma attenzione” scrive Saviano, “quella di Matteo Renzi non è una gaffe o un errore di comunicazione, è piuttosto un frettoloso e maldestro tentativo di dare in pasto una risposta alla ferocia della piazza”.

Saviano crede che “Matteo Renzi e il suo entourage non stanno capendo nulla della attuale fase politica”. E conclude: “Se fosse un giocatore di calcio, il mister l’avrebbe fatto accomodare in panchina da un bel po’. Ma purtroppo l’allenatore è lui e la prima cosa che ha fatto da allenatore è stata liquidare Emma Bonino, risorsa vera della Repubblica”.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.