TwitterFacebookGoogle+

Iraq. Centinaia di donne Yazidi rapite dall’Isis: “Saranno rese schiave”

jihadRedazione– Sarebbero centinaia le donne e ragazze Yazidi -una minoranza religiosa- che sarebbero state fatte prigioniere nelle scorse ore dai miliziani dell’Isis, i quali si sono ora impadroniti della città irachena di Sinjar. Queste donne correrebbero ora il rischio di diventar schiave dei jihadisti, come denunica il ministero per gli Affari femminili iracheno.

A fronte della nuova emergenza, il governo di Baghdad ha lanciato un appello alla comunità internazionale affinché adotti misure urgenti che possano salvare le donne. “Abbiamo ricevuto informazioni che confermano che l’Isis tiene un certo numero di donne e ragazze rinchiuse in una grande casa di Sinjar, mentre altre donne e i loro bambini sono state spostate all’aeroporto di Tel Afar, dopo che tutti gli uomini sono stati uccisi, e la loro sorte rimane ignota”, si legge in un comunicato diffuso dal dicastero.

Già martedì, comunque, una deputata irachena della comunità Yazidi, Vian Dakhil, aveva spiegato in Parlamento come i “miliziani dell’Isis abbiano ucciso 500 uomini solo perché Yazidi, abbiano fatto prigioniere 500 donne e le tengano ora in una località vicino a Tel Afar”.

-6 agosto 2014-

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.