TwitterFacebookGoogle+

Iraq: l'esercito ha riconquistato l'antica città di Nimrod

Baghdad – Le truppe irachene hanno annunciato che le forze schierate a sud di Mosul hanno riconquistato la zona di Nimrod, dove si trova il sito archeologico dell’antica città assira distrutta dall’Isis dopo la creazione del ‘califfato’ in Iraq.
“Unità della nona Divisione hanno liberato completamente Nimrod e issato la bandiera irachena sugli edifici”, ha reso noto il comando delle operazioni con un comunicato. La fonte non menziona in maniera specifica il sito archeologico, situato a quasi un chilometro dal villaggio omonimo.
Situata a circa 30 chilometri da Mosul, sulle rive del fiume Iigri, Nimrod era un gioiello dell’impero assiro fondato nel secolo XIII prima di Cristo. Nella primavera 2015, video e immagini satellitari mostrarono che i jihadisti avevano distrutto il sito con bulldozer, mine ed esplosivi; i miliziani rasero al suolo anche il tempio di Nebu, risalente a 2800 anni fa, dedicato al dio mesopotamico della saggezza e della scrittura.
L’Isis ha attaccato anche l’antica città di Hatra, costruita nei secoli III e II avanti Cristo, che si trova anch’essa sulla strada delle forze irachene verso Mosul. 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.