TwitterFacebookGoogle+

Isis: jihadista Gb eliminato, era mente attentato contro Elisabetta II 

(AGI) – Londra, 8 set. – Reyaad Khan, il jihadista di Isis 21enne di Cardiff, elimato il 21 agosto da un drone britannico in Siria, era la mente dell’attentato sventato lo scorso 15 agosto contro Elisabetta II e, tra gli altri, il premier David Cameron. E’ quanto rivela il conservatore Daily Telegraph. Si trattava del giorno della cerimonia in grande stile per ricordare il 70esimo anniversario della fine della II Guerra Mondiale nel Pacifico con la resa del Giappone. Indiscrezioni sull’attentato erano emerse gia’ il 9 agosto, in uno scoop del Mail on Sunday. All’evento, durato ore nel centro di Londra, parteciparono anche il principe di Galles, erede al trono, ma per sicurezza ed irritualmente non il figlio, il duca di Cambridge, secondo in linea di successione. Elisabetta II, che partecipo’ lo stesso alla cerimonia senza alcun cambiamento di programma – ennesima prova della fibra morale della sovrana – ed il governo non vollero correre rischi che la famiglia reale britannica si in qualche modo ‘decapitata’, con alla testa il piccolo principe George di soli 2 anni, affidato alle cure di un reggente. La manifestazione e’ stata trasmessa in diretta dalla Bbc e in caso di successo avrebbe consegnato ad Isis la palma del maggiore successo terroristico dopo l’11 settembre 2001 di Osama bin Laden e la sua al Qaeda. Sono state le unita’ speciali di Scotland Yard (‘SO14’ a protezione della famiglia reale e ‘SO1′ che protegge il primo ministro) e l’Mi5 (il controspionaggio britannico) a riuscite a sventare l’attentato. La cellula jihadista guidata da Reyaad Khan voleva far esplodere un ordigno improvvisato formato da una pentola a pressione imbottita di esplosivo, chiodi e cuscinetti a sfera. Lo steso tipo di ordigno impiegato dai due fratelli ceceni Tsarnaev (legati ad al Qaeda) nell’attentato alla maratona di Boston il 15 aprile 2013, che causo’ 3 morti e 264 feriti. L’ordigno doveva essere piazzato lungo unop dei tanti punti atraverstato dal corteo regale che da Traqfalgar Square attarverso Whitehall, la strada dei ministeri, per arrivare all’abbazia di Westminster passando davanti al Parlamento. La bomba sarebbe dovuta esplodere alle 14 sul Whitehall alle spalle della Horse Guards Parade (il quartier generale delle Guardie della Regina da dove parte ogni giorno la cerimonia del cambio della Guardia e la cerimonia Trouping The Colour il 21 giugno, giorno del genetliaco ufficiale di Sua Maesta’). Altri obiettivi possibili la chiesa di St. Martin in The Fields, su Trafalgar Square, dove sara’ celebrata la messa per ricordare i caduti e l’abbazia di Westminster. Lo scorso ‘Remembrance Day’ in novembre, che ricorda la fine della I Guerra Mondiale, venne sventato un altro attentato contro Elibetta II al monumeto ai caduti, il cenotafio di Lutyens, su Whitehall. (AGI)
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.