TwitterFacebookGoogle+

Israele, ebreo ultra-ortodosso contro gay pride e tensioni tra ebrei e musulmani

Un ebreo ultra-ortodosso accoltella sei persone nel corteo del gay pride a Gerusalemme, di cui due risultano in gravi condizioni. L’estremista era stato da poco scarcerato, dopo una condanna per aver aggredito altre persone sempre durante il pride, nel 2005.

In questi giorni cresce anche la tensione nella zona tra ebrei e musulmani. Scontri nella Spianata delle moschee a Gerusalemme, iniziati quando decine di giovani palestinesi hanno tentato di impedire agli ebrei di recarsi al Muro del pianto in occasione del Tishà Beav, giorno che ricorda la distruzione del Tempio e la diaspora. La polizia ha rimosso delle barricate ed è entrata alcuni metri dentro la moschea di al-Aqsa, dove si sospettava che i contestatori avessero ammassato molotov e altro.

Ulteriori polemiche per una giovane, colona ebraica integralista già nota alla polizia, che insulta Maometto in risposta ad alcuni musulmani appostati per contestare gli ebrei di passaggio. Non sono mancate le tensioni anche nella zona di Ramallah, con l’arresto di decine di coloni. La scorsa notte, un bambino palestinese è morto in un incendio doloso di case vicino Nablus, appiccato molto probabilmente da nazionalisti, che hanno anche lasciato scritte in ebraico come “Vendetta” e “Lunga vita al messia”.

In Israele, paese dove mesi fa è stata approvata la controversa riforma costituzionale che proclama lo “stato ebraico”, destano sempre più preoccupazione gli estremisti della destra religiosa ebraica, che contribuiscono a fomentare le tensioni con i musulmani.

Sei accoltellati al Gay Pride di Gerusalemme. Arrestato ultra-ortodosso: colpì anche 10 anni fa

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.