TwitterFacebookGoogle+

Italia-Cina: firmati 4 accordi su scienza, cultura e sicurezza

(AGI) – Pechino, 27 apr. – Quattro accordi di cooperazione tra Italia e Cina con il settore scientifico, la cultura e la sicurezza in primo piano sono stati firmati a Pechino alla sesta sessione congiunta del Comitato Governativo tra i due Paesi, co-presieduta dal ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, e dal collega italiano, Paolo Gentiloni. Le intese sono state sottoscritte alla Diaoyutai State Guesthouse, nella parte occidentale della capitale cinese. Tra gli accordi figurano un memorandum d’intesa per la cooperazione scientifica e tecnologica per lo sviluppo sostenibile e il programma esecutivo di collaborazione culturale per gli anni 2015-2019. La cooperazione tra Italia e Cina si estende anche al settore dei farmaci, dei dispositivi medici e della cosmetica, oggetto di un altro accordo relativo al piano d’azione per il triennio 2015-2017. Un ultimo memorandum d’intesa, poi, e’ stato siglato in tema di sicurezza, per pattugliamenti congiunti di polizia nell’ambito della lotta al terrorismo, alla criminalita’ transazionale e al traffico di migranti e tratta di esseri umani. Il Comitato Governativo Cina-Italia, riunitosi nel 45mo anniversario dall’avvio delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi, si compone di tre tavoli suddivisi per macro-aree. Un primo tavolo relativo ai temi economico-finanziari che legano Roma e Pechino; un secondo tavolo dedicato allo sviluppo delle relazioni nel settore della scienza e della tecnologia: un terzo tavolo di discussione che si occupa degli scambi “people-to-people” e dei temi della cultura. Gentiloni, giunto a Pechino per una missione di tre giorni in Cina, ha anche avuto un colloquio bilaterale con il collega Wang Yi. I due ministri degli Esteri, si legge nel comunicato congiunto emesso all’apertura dei lavori del Comitato Governativo, si impegnano ad “approfondire la collaborazione tra Italia e Cina in maniera coerente e sinergica con gli obiettivi e i contenuti del partenariato strategico tra Unione Europea e Cina”. I due ministri hanno poi espresso la volonta’ di “accrescere ulteriormente la collaborazione nell’ambito degli organismi internazionali”. All’ordine del giorno, l’approfondimento dei rapporti commerciali attraverso il Piano d’Azione triennale per il rafforzamento della cooperazione economica 2014-2016, mentre sul piano scientifico e tecnologico le due parti si sono impegnate a finalizzare il programma esecutivo dell’accordo quadro di settore per il triennio 2016-2018. Italia e Cina saranno poi legate da una “nuova partnership bilaterale” nel settore della protezione ambientale e dal rafforzamento degli scambi nel settore della salute e della ricerca medica. Possibilita’ di ulteriore collaborazione sono emerse anche nel settore culturale e del turismo. Un ultimo cenno e’ stato dedicato all’Esposizione Universale di Milano, che si apre venerdi’ prossimo, “sia come evento internazionale di approfondimento dei temi della nutrizione, sia come occasione di sviluppo della collaborazione bilaterale nel settore dell’agricoltura e della sicurezza alimentare e come piattaforma di ulteriore rafforzamento dei rapporti economici, culturali, accademici e turistici” tra i due Paesi. (AGI)
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.