TwitterFacebookGoogle+

Italia nella morsa del gelo, neve al Sud

(AGI) – Roma, 30 dic. – E’ l’ora della neve: i venti impetuosi di Burian tra oggi e domani porteranno la neve fino in Sicilia, Calabria e anche Sardegna. Il sito www.ilmeteo.it avvisa che il tempo sta “peggiorando in queste ore su Marche, Abruzzo, Molise e Puglia, con neve fin sulle coste. Neve possibile anche in Salento, su tutta la Basilicata, in Calabria specie su Cosentino e Crotonese fin sulle coste. Ma la cosa eccezionale e’ che la neve arrivera’ anche a Palermo, Messina, Trapani, Catania e forse fino a Siracusa. Ultimo dell’anno con i fiocchi bianchi che potrebbero fare la loro comparsa anche sulle coste orientali della Sardegna, con possibile nevischio persino a Cagliari”. E il Nord? Tanto sole, tanto freddo, ma – tra oggi e domani – qualche nevicata interessera’ la Romagna, specie il Riminese e il Forlivese, localmente il Ravennate e il Bolognese. Secondo www.ilmeteo.it “dal giorno di Capodanno il tempo migliorera’ decisamente su tutta la Penisola, per il progressivo avanzare dell’alta pressione delle Azzorre che riportera’ il sole su quasi tutte le regioni, ma continuera’ a fare molto freddo, specie di notte”.

Video

MARCHE: DISAGI AI TRASPORTI PER GHIACCIO E VENTO Dal pesarese alla provincia di Ascoli Piceno, neve, bora e freddo hanno investito tutte le Marche, creando disagi al traffico stradale e ferroviario, nonostante l’ondata di maltempo fosse stata annunciata dalla protezione civile regionale e durante la notte scorsa e’ stato avviato per tempo il piano neve nella maggior parte dei comuni. A creare i maggiori disagi e’ stato il ghiacchio, che si e’ creato per le temperature basse (3 gradi a Urbino) e le raffiche di vento, che hanno soffiato fino a 70km/h. A Jesi (Ancona), proprio il ghiaccio ha bloccato un sistema di scambio lungo la linea ferroviaria Falconara-Roma: coinvolti alcuni treni, che hanno accumulato fino a 40 minuti di ritardo. A Montelabbate (Pesaro-Urbino), un mezzo pesante si e’ messo di traverso paralizzando una corsia della ‘Montelabbatese’ verso Urbino, mentre anche nei pressi di Fano sono stati segnalati diversi incidenti, per fortuna senza conseguenze per gli occupanti delle vetture. Difficolta’ alla circolazione stradale sono segnalate anche in tutto il Montefeltro. A Fano, il vento ha spinto le onde fino a viale Ruggeri, che e’ stato chiuso al traffico, e ha spazzato via una parte della tensostruttura del Lido. Un telone di un lido e’ stato divelto e si e’ impigliato tra i cavi elettrici tra le stazioni di Ancona e Falconara, che sono state temporaneamente disalimentate, con conseguenti ritardi per i treni in circolazione lungo la linea adriatica. Decine in tutta la regione gli interventi dei vigili del fuoco per liberare le strade, invase da rami anche di grandi dimensioni, e da tegole precipitate al suolo.

VENETO, TEMPERATURA FINO A -15; -4 GRADI RISPETTO A MEDIA Hanno toccato anche i -15 gradi le temperature in Veneto: se la minima piu’ significativa e’ quella dell’Altopiano di Asiago, anche nel resto della zona montuosa della Regione il gelo si sta facendo sentire, con Cortina d’Ampezzo che si prepara a un Capodanno a -7. In generale le minime sono di 4 gradi inferiori rispetto alla media stagionale. Fra le citta’ da segnalare i -10 di Belluno, -6 a Vicenza, -5 a Verona, -4 a Padova, -3 a Rovigo, -3 a Treviso e -1 a Venezia.

NEVE NEL PESCARESE DA COSTA A ENTROTERRA Neve a Pescara e nell’entroterra, ma fino ad ora non sono state registrare situazioni di difficolta’ o di emergenza e il piano neve della Provincia e’ entrato in funzione nelle prime ore della mattina, con interventi diffusi in tutte le zone, sia in quelle piu’ basse, a livello del mare, che in quelle piu’ alte. Spazzaneve e mezzi spargisale sono in azione e ne’ gli uffici della Provincia ne’ i carabinieri hanno registrato allarmi o segnalazioni particolari. Le strade sono percorribili, con gomme termiche o catene. La Provincia rende noto che sono disponibili 31mila quintali di sale (ne arriveranno altri 20mila) e che la Regione ha stanziato 25 mila euro per fronteggiare il piano neve a cui si aggiungono 25 mila euro messi gia’ a disposizione per questa voce proprio dalla Provincia.

NEVICA TRA VIPITENO E BRENNERO, -24 GRADI SULLE VETTE Una nuova perturbazione di carattere nevoso sta interessando il versante settentrionale alpino in Alto Adige. Tra Vipiteno e Brennero nevica e le corsie dell’autostrada ‘A22 del Brennero’ sono parzialmente innevate. Permangono basse le temperature. Nella notte la colonnina e’ scesa fino a -24 gradi ai 3.328 metri di Cima Beltovo sopra l’abitato di Solda in Val Venosta. Temperatura scesa fino a -23 anche sulla Cima Piatta Alta sopra Dobbiaco, sulla Croda delle Cornacchie a Senales e a Cima di Fontana Bianca. Ulteriore calo nei valori minimi nelle localitA turistiche che in questo periodo sono frequentate dai turisti. A Selva Gardena si registrano -10 gradi, -9 a Predoi in Valla Aurina e in Val Ridanna. (AGI) .

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.