TwitterFacebookGoogle+

Johnson, usciti da Ue rapporti più intensi con Europa

Londra – Il fatto che il Regno Unito abbia optato per uscire dall’Unione Europea “non significa che lasci anche l’Europa” in se’: cosi’ il neo-ministro degli Esteri britannico, Boris Johnson, gia’ accanito promotore Brexit, nella sua prima sortita pubblica dopo la nomina alla guida del Foreign Office da parte di Theresa May, nuovo premier conservatore, carica cui ambiva lui stesso. “Per quanto concerne l’Europa dobbiamo chiaramente dare corso alla volonta’ del popolo”, ha osservato il discusso ex sindaco di Londra, incontrando i giornalisti davanti alla sede del proprio dicastero. “Questo pero’ non implica sotto nessun profilo abbandonare l’Europa. C’e’ una massiccia differenza tra l’uscita dall’Unione e i nostri rapporti con l’Europa che, semmai, saranno intensificati”, ha assicurato. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.