TwitterFacebookGoogle+

Koch: convertire i musulmani è un dovere

I cristiani sono chiamati a convertire i musulmani: così ha detto il presidente del Pontificio Consiglio per l’Unità dei cristiani, il cardinale svizzero Kurt Koch, durante una conferenza all’Università di Cambridge. L’imperativo di cercare la conversione si applica a tutti, e persino, e forse specialmente ai musulmani militanti. Ma non gli ebrei.

I cristiani sono chiamati a convertire i musulmani: così ha detto il presidente del Pontificio Consiglio per l’Unità dei cristiani, il cardinale svizzero Kurt Koch, durante una conferenza all’Università di Cambridge. L’imperativo di cercare la conversione si applica a tutti, e persino, e forse specialmente  ai musulmani militanti.

Il porporato parlava a un meeting interreligioso; e ha detto che il dovere di evangelizzare si applica a tutti i non cristiani, ad eccezione dei seguaci del giudaismo. Koch ha riconosciuto che i cristiani condividono con ebrei e musulmani la venerazione per la tradizione di fede che risale ad Abramo: “Ma non possiamo negare che il modo in cui la tradizione ebraica e cristiana vedono Abramo è diverso dal modo in cui lo vedono gli islamici”.

Mentre i cristiani riconoscono il patto stipulato da Dio con il popolo ebraico, lo stesso non può essere detto della fede islamica. “Così abbiamo solo con il popolo ebraico questa relazione unica, che non abbiamo con l’islam”. I cristiani dovrebbero vedere l’ebraismo come “una madre”, e non devono cercare di convertire gli ebrei.

http://www.lastampa.it/2016/05/24/blogs/san-pietro-e-dintorni/koch-convertire-i-musulmani-un-dovere-WSgxGf8eiN7vbnyDCLUuSP/pagina.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.