TwitterFacebookGoogle+

La capacita’ di stare accanto a chi muore

Risponde Luigi Cancrini (Unità 6.3.14)

“”Re Filippo del Belgio ha firmato la legge che autorizza la richiesta di trattamento eutanasico anche per i minorenni in fase terminale, con sofferenze fisiche insopportabili e con l’accordo dei genitori. Perché lo Stato dovrebbe costringere il minorenne alla sofferenza fino all’ultimo sospiro? L’età è davvero una discriminante davanti alla sofferenza terminale? Matteo Mainardi

Risponde Cancrini: Dal tempo in cui lavoravo nell’Ospedale di San Giacomo a Roma, l’accompagnamento alla morte di persone che non hanno più la speranza di poter sopravvivere mi è sembrata una delle responsabilità più importanti del buon medico e quelle che ho scolpite nella memoria sono, ancora oggi, le facce, le voci, i gesti, la vicinanza delle persone a cui sono stato accanto in quei momenti. Traendone la convinzione profonda della necessità, per chi in questo tipo di situazioni si trova ad avere delle responsabilità, di fare di tutto per capire quello che chi sta male gli chiede. Quella che conta, mi pare, è la capacità di ascoltare la persona che muore o i genitori che stanno per perdere un bambino e che con lui in qualche modo muoiono. Incontrando la loro serenità o la loro disperazione, la loro stanchezza o la loro volontà di farcela comunque ma sapendo sempre che sono loro i veri protagonisti del dramma a cui noi assistiamo e che discutere in modo generico su ciò che è giusto e sbagliato fare può essere, a volte, un modo di ritrarsi dal rapporto con loro, di non condividere, con il rispetto dovuto, una esperienza che va vissuta accettando il dolore del pensiero e del dubbio. Anche a livello di quadro legislativo. Non imponendo soluzioni uniformi per dilemmi aperti da situazioni che sono sempre e comunque uniche e irripetibili.””

Fonte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.