TwitterFacebookGoogle+

La Chiesa pagherà l’Imu o no?

«Speravamo di sbagliarci e invece sembra che i nostri dubbi circa la volontà del Vaticano di pagare l’Imu sugli immobili che non hanno finalità esclusivamente religiosa fossero fondati».

Stefano Incani, segretario dell’Uaar, commenta così le dichiarazioni della sindaca Raggi, che di fatto ridimensionano quanto annunciato dagli assessori Andrea Manzillo e Adriano Meloni circa gli esiti dell’incontro tra la sindaca e il papa. «Nessuno può permettersi di attribuire al Papa virgolettati o dichiarazioni. Il Pontefice, quando vuole, parla autonomamente, non ha bisogno di intermediari», ha detto infatti la sindaca.

«Sembra che in Vaticano non abbiano gradito che qualcuno interpretasse il pensiero di Bergoglio e, per quanto legittimo, non ci fa ben sperare circa la sussistenza di una reale volontà di saldare i conti con il Comune», prosegue Incani. «Restiamo in attesa di sapere quali sono le reali intenzioni d’Oltretevere, e anche del Comune, su una questione annosa che di fatto costituisce un aiuto di Stato».

Comunicato stampa Uaar

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.