TwitterFacebookGoogle+

La clericalata della settimana, 14: a Ravenna milioni per le scuole cattoliche

muzzarelli-modenaLa clericalata della settimana è del Comune di Ravenna che ha rinnovato una convenzione con la cattolica Federazione italiana scuole materne (Fism) per finanziare gli istituti privati con un contributo totale di 2,5 milioni di euro per gli anni 2017, 2018 e 2019.

Il finanziamento è aumentato rispetto alla precedente convenzione. La Fism è “organismo riconosciuto dalla Conferenza Episcopale Italiana e membro costituente del Consiglio Nazionale della Scuola Cattolica.

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

Il Comune di Frosinone ha finanziato con 10 mila euro la rievocazione della Passione di Cristo con 300 figuranti.

Il Comune di Andria ha patrocinato una serata-spettacolo organizzata da alcune organizzazioni integraliste, dal titolo “Dobbiamo salvare l’innocenza”, con il cantante Povia e l’avvocato Gianfranco Amato. Presenti anche un coro di bambini dell’Istituto comprensivo “Jannuzzi – Di Donna”, che ha cantato alcuni pezzi, la dirigente scolastica Francesca Attimonelli e il sindaco Nicola Giorgino (Forza Italia).

Il tribunale di Milano, in una causa di divorzio, non ha addebitato a una donna la separazione sostenendo che costei sarebbe indemoniata: “non è affetta da alcuna conclamata patologia” ma “altrettanto chiaramente ella è agìta”, ha sentenziato il tribunale dopo aver sentito anche il parere di esorcisti.

Continua l’opposizione clericale alla legge sul testamento biologico attualmente in discussione. Tra le prese di posizione, da segnalare quella di Alessandro Pagano (Lega Nord) che dichiara: “vogliamo un voto chiaro e esplicito perché vogliamo punire chi istiga al suicidio”.

La redazione

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.