TwitterFacebookGoogle+

La clericalata della settimana, 20: i parlamentari contro le unioni civili

unioni-controLa clericalata della settimana è dei parlamentari che dopo l’approvazione della legge Cirinnà hanno lanciato la campagna per il referendum abrogativo. Tra i promotori, Eugenia Roccella, Gaetano Quagliariello e Carlo Giovanardi (Idea),Maurizio Gasparri e Lucio Malan (Fi),Gian Marco Centinaio e Nicola Molteni (Lega Nord),Francesco Bruni e Lucio Tarquinio (Cor),Fabio Rampelli e Edmondo Cirielli (Fdi),Gian Luigi Gigli e Mario Sberna (Ds-Cd),Guglielmo Vaccaro (Italia Unica),il presidente della Commissione Lavoro del Senato Maurizio Sacconi.

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

Il sindaco di Villorba (TV),Marco Serena, finanzia in maniera straordinaria le scuole materne parrocchiali a un mese dal voto. Dopo l’appello congiunto dei parroci della zona, una variante di bilancio approvata dalla giunta assegna 64 mila euro per gli istituti confessionali.

La Corte d’Appello di Genova assolve due musulmani che avevano macellato un capretto in strada senza le dovute autorizzazioni e in maniera brutale, secondo le guardie zoofile. In primo grado erano stati condannati, ma la corte li ha assolti considerando “prevalente” la libertà religiosa: secondo il giudice Mario Amisano “la macellazione senza stordimento preventivo della vittima è consentita solo ed esclusivamente nel contesto d’un rito religioso, com’è avvenuto nella fattispecie”.

Direttore e commissario della riserva naturale del Monte Cervia e del Monte Navegna e sindaco di Varco Sabino (RI) Gabriele Maglioni hanno accolto il vescovo di Rieti, monsignor Domenico Pompili, per una visita pastorale presso la riserva stessa. Il direttore ha affermato “Siamo impressionati dal nuovo corso segnato dalla Chiesa su tematiche Lei sempre care, come quelle della conservazione del creato, ma la modalità dell’approccio e la novità del messaggio rischiano di far impallidire quanto è stato elaborato in tema ambientalista, almeno nel nostro paese, per questo non potevamo che essere attenti ai segnali che provengono dal versante ecclesiastico”.

La redazione

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.