TwitterFacebookGoogle+

La clericalata della settimana, 22: la Rai

maggioni-raiLa clericalata della settimana è della Rai che si caratterizza per la programmazione spiccatamente clericale, come evidenziato da un recente rapporto di Critica Liberale.

La televisione pubblica garantisce uno spazio enorme al cattolicesimo, sebbene la società sia più secolarizzata, con un tripudio di fiction celebrative di figure religiose, la presenza costante di soggetti confessionali in programmi di informazione e attualità e lo spazio privilegiato dato sui telegiornali a dichiarazioni di esponenti della Chiesa, in particolare papa Bergoglio. Lo conferma, dati alla mano, il rapporto pubblicato sulla rivista Critica Liberale. Già nel 2014 l’UAAR aveva segnalato all’Agcom la mancanza di equilibrio dei palinsesti Rai.

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

Il consiglio comunale di Flero (BS) ha approvato una delibera, la cui bozza è stata diffusa dal locale comitato clericale “Difendiamo i nostri figli”, per negare il patrocinio al gay pride e vietare l’affissione dei manifesti delle associazioni promotrici.

Il Ministero dell’Istruzione ha dedicato per la prima volta un evento nazionale a don Lorenzo Milani. La ministra Valeria Fedeli ha indirizzato una circolare a tutte le scuole per invitare docenti e studenti a rileggere l’opera del priore di Barbiana e a seguire la diretta dell’appuntamento, trasmesso via streaming dalla Rai. La ministra ha voluto fortemente l’evento, affermando che “la sua figura e la sua lezione sono ancora oggi uno straordinario strumento per educatrici ed educatori”.

La redazione

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.