TwitterFacebookGoogle+

La clericalata della settimana, 26: Raggi e Di Maio al concistoro papale

La clericalata della settimana è del vice presidente del Consiglio Luigi Di Maio e della sindaca di Roma Virginia Raggi che hanno guidato una delegazione italiana in Vaticano per assistere a un concistoro, durante il quale sono stati ordinati 14 nuovi cardinali

Di Maio si è fatto ritrarre mentre stringe la mano a papa Francesco e ha scritto di avergli chiesto di pregare per lui come aiuto nel suo lavoro da ministro. La sindaca è rimasta inoltre per le visite di cortesia, interloquendo in particolare con Angelo De Donatis, vicario papale per la diocesi di Roma.

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, durante un comizio leghista a Pontida, ha giurato con il rosario in mano, invocando il “sostegno di chi è lassù”.

La sindaca di Coriano (RN), Mimma Spinelli, ha prima negato la registrazione all’anagrafe dei figli di una coppia gay e poi ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Rimini contro i due uomini, poiché i bambini sono nati all’estero tramite gestazione per altri.

Il sindaco di Messina, Cateno De Luca, ha portato fiori a una statua della Madonna vicino al Duomo come primo gesto dopo aver saputo della sua vittoria alle elezioni comunali.

Il sindaco di Roccaraso (AQ) Francesco Di Donato e quello di Popoli (PE) Concezio Galli hanno assistito con fascia tricolore alla messa per l’ordinazione di due parroci della zona.

Il nuovo sindaco di Ragusa, Peppe Cassì, tra le prime visite di cortesia alle istituzioni locali si è recato anche dal vescovo.

A Livorno durante la cerimonia della Polizia municipale un sacerdote ha impartito la benedizione.

La redazione

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.