TwitterFacebookGoogle+

La clericalata della settimana, 30: il Senato rimanda il biotestamento

senatoLa clericalata della settimana è del Senato che ha determinato lo slittamento della discussione riguardante la legge sul testamento biologico, a causa di circa 3 mila emendamenti presentati, molti dei quali a carattere clericale e volti a rallentarne l’iter

La presidente della commissione Sanità Emilia Grazia De Biasi ha parlato esplicitamente di “atteggiamento di ostruzionismo” che “rende il percorso molto accidentato”.

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

Il Comune di Cairo Montenotte (SV) ha stabilito che la città avrà ben 2 santi patroni, san Lorenzo Martire Romano e san Francesco d’Assisi, dopo aver ricevuto parere favorevole dalla diocesi di Acqui e da una parrocchia, in attesa dell’assenso del Vaticano. Il sindaco Paolo Lambertini ha dato conto delle ricerche storiografiche alla base della decisione e dei contatti per la ricerca con il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio per la Cultura, annunciando una prossima delibera per formalizzare il doppio patrono.

Il X Municipio di Roma non ha applicato il divieto vigente per le manifestazioni a rischio terrorismo, consentendo così un concerto in piazza a sfondo cristiano evangelico sabato 29 luglio presso il Pontile di Ostia. Le modalità poco chiare con cui è stato dato l’assenso e l’interdizione per tutta l’estate di qualunque altra manifestazione nell’area stabilite dallo stesso Municipio hanno destato proteste e perplessità, anche tra i commercianti e gli operatori locali.

L’ambulatorio dell’Ospedale di Comunità “Santa Colomba” di Savignano al Rubicone (RE) ha esposto un cartello per negare la prescrizione di pillola del giorno dopo e di quella per i 5 giorni dopo “per motivi etico-scientifici”. Il medico che ha lasciato il cartello si è difeso sostenendo che era datato (riportava il nome del precedente operatore) e che serva “a mettere sull’avviso chi non è mia paziente e si presenta per farsela prescrivere”.

La redazione

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.