TwitterFacebookGoogle+

La clericalata della settimana, 31: la Lombardia al Meeting di CL

maroni-eluanaLa clericalata della settimana è della Regione Lombardia che ha destinato ben 130 mila euro per uno stand informativo al Meeting di Comunione e Liberazione, in programma dal 20 al 26 agosto a Rimini.

L’iniziativa si ripete da diversi anni, come manifestazione di vicinanza tra l’attuale governo lombardo di Roberto Maroni e i ciellini. Stavolta la presenza dello stand e il relativo investimento vengono giustificati per ricordare l’inserimento di siti lombardi nel patrimonio dell’Unesco e i risultati dell’amministrazione.

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

Il senatore Domenico Scilipoti Isgrò (Fi-PdL) ha depositato un disegno di legge per modificare la legge 194 del 1978, relativa all’interruzione di gravidanza. Il parlamentare è già noto per dichiarazioni e iniziative di stampo clericale proprio sul tema dell’aborto e dell’obiezione di coscienza.

La ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli ha incontrato alcuni esponenti di noti gruppi integralisti anti-gay come “Non si tocca la famiglia”, Manif pour tous, Provita Onlus, i quali hanno presentato una petizione per chiedere che sia facoltativa qualunque lezione volta a promuovere il “gender” (in realtà, i programmi anti-omofobia o su temi di educazione sessuale) per rispettare la volontà educativa delle famiglie.

Il sindaco di Bari, Antonio Decaro (Pd), sostenuto dal governatore della Puglia Michele Emiliano (Pd) e tramite i buoni uffici del clero cattolico, ha manifestato l’intenzione di consegnare le chiavi del capoluogo al patriarca ortodosso Kirill. L’idea è maturata nel contesto del recente viaggio in Russia delle reliquie del santo patrono Nicola, tornate da poco a Bari con la visita dello stesso religioso.

La redazione

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.