TwitterFacebookGoogle+

La clericalata della settimana, 33: il Governo ristruttura chiese

Delrio FranceschiniLa clericalata della settimana è del Governo, che ha sbloccato 51 milioni di euro usati in gran parte per la sistemazione di chiese nei territori colpiti dal sisma in Emilia-Romagna del 2012.

I finanziamenti, per la conservazione dei beni culturali, hanno interessato le province di Bologna, Modena, Ferrara e Reggio Emilia. Ben 23 milioni sono stanziati per la sistemazione di edifici di culto cattolici solo nel modenese. Il presidente della Regione Stefano Bonaccini ha snocciolato raggiante i vari finanziamenti alle parrocchie.

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

Il Comune di Pistoia ha aperto il bando per l’assegnazione di contributi per oneri di urbanizzazione secondaria a favore di chiese e altri edifici religiosi, centri sociali e attrezzature culturali e sanitarie, stanziando 138 mila euro. L’anno scorso sono stati distribuiti 135 mila euro, di cui 71 mila a strutture religiose.

Il Comune di Formia (LT) ha stanziato una serie di finanziamenti recenti per le parrocchie della zona, come ricostruito e denunciato dal locale circolo di Rifondazione Comunista “Enzo Simeone”: la delibera n. 202 regala 8620 euro per l’acquisto di un organo per la parrocchia di Sant’Andrea di Trivio; la n. 203 stanzia contributi per le feste patronali, quali 2000 euro alla parrocchia Cuore Eucaristico di Gesù di Penitro, 2000 euro alla parrocchia Resurrezione Nostro Signore di Gianola, 2000 euro alla parrocchia Cuore Immacolato di Maria, 2000 euro alla parrocchia San Luca a Maranola; 1000 euro alla parrocchia Sant’Andrea di Trivio, 1000 euro alla parrocchia Santa Caterina di Castellonorato, 1000 euro alla parrocchia di San Giuseppe Lavoratore, 1000 euro alla parrocchia Madonna di Castagneto; la delibera n. 222 regala alle parrocchie di Sant’Erasmo e a quella di San Giovanni Battista 15000 euro ciascuna.

La sindaca di Cascina (PI),la leghista Susanna Ceccardi, già nota per uscite clericali come la volontà di imporre il crocifisso negli uffici del Comune, ha dchiarato di non voler celebrare le unioni civili in quanto il “registrucolo degli amanti omosessuali è un’invasione di campo che ha ragioni di progettualità ideologica, in vista del mutamento del concetto di famiglia e dell’aberrante adozione al di fuori dal contesto della famiglia naturale”.

Il sindaco di Morazzone (VA) e segretario provinciale della Lega Nord, Matteo Bianchi, ha annunciato che si appellerà all’obiezione di coscienza per non celebrare le unioni civili, ricordando che “già a dicembre il consiglio comunale di Morazzone si era espresso a favore della famiglia tradizionale”.

Il Servizio centrale del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (Sprar) di Mineo si distingue per la promozione dell’evangelizzazione tra i migranti. Recente è la notizia del battesimo di tre bambini di origine nigeriana presso la chiesa di San Pietro a Mineo, con madrine la coordinatrice e una operatrice dello stesso Sprar.

La redazione

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.