TwitterFacebookGoogle+

La clericalata della settimana, 34: il Presidente della Repubblica

MattarellaMeetingLa clericalata della settimana è del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che è intervenuto ufficialmente all’apertura del meeting riminese di Comunione e Liberazione.

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

Sul sito istituzionale del Comune di Leonforte è stata pubblicata la preghiera di affidamento della città alla Madonna del Carmelo. Nel testo della preghiera, firmato in calce dal sindaco Francesco Sinatra, è perfino presente la richiesta alla Madonna di volgere “uno sguardo a tutti quei figli tuoi che non credendo nel battesimo non accettano l’amore del Tuo Figlio divino, ignorando quanto esso sia dolce e leggero”, a testimonianza della considerazione che il sindaco ha dei cittadini non credenti.

Il Comune di Trieste ha illecitamente negato a Davide Zotti e Claudio Bertocchi di poter celebrare la loro unione civile nella sala matrimoni, concedendo invece loro la sala dove vengono normalmente formalizzati i divorzi e aggiungendo che comunque la celebrazione dovrà avvenire necessariamente durante il normale orario di lavoro, esclusi quindi sabati e domeniche.

La direzione dell’Ospedale Civile di Ragusa ha autorizzato una processione tra i reparti per la reliquia del braccio di San Giovanni Battista, patrono della città. L’oggetto in argento riproducente un braccio, che secondo i fedeli conterrebbe un frammento osseo del braccio del santo, è stato fatto realizzare da un nobile locale come espiazione della sua incredulità. Secondo la narrazione l’uomo derideva i suoi concittadini che pregavano per la fine della siccità, ma si convertì alla fede cattolica dopo che tutti i terreni furono investiti dalla pioggia a eccezione del suo.

La redazione

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.