TwitterFacebookGoogle+

La clericalata della settimana, 36: Beatrice Lorenzin

lorenzin20160905La clericalata della settimana è della ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, che ha annunciato per il 22 settembre il “Fertility Day”, giornata per promuovere il natalismo.

La campagna è sostenuta con slogan e manifesti che hanno suscitato una diffusa indignazione per lo scarso rispetto nei confronti delle donne senza figli, in un contesto come quello italiano in cui i diritti sociali, lavorativi e riproduttivi sono poco implementati. L’idea era già stata annunciata nel 2014 con un’intervista sul quotidiano dei vescovi Avvenire. Non è un caso che l’autrice del documento diffuso risulti essereAssuntina Morresi, consulente nota per le posizioni clericali.

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

Il sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, si è rifiutato di celebrare le unioni civili nella sala per i matrimoni: ha destinato un’altra sala solo come “spazio nel quale poter svolgere gli adempimenti previsti dalla legge” per il momento non di sabato.

Il sindaco di Rovigo, Massimo Bergamin, si è rifiutato di celebrare le unioni civili e ha annunciato che al suo posto delegherà come ufficiale di stato civile Vittorio Sgarbi (notoriamente contrario alle unioni gay),nonostante si fosse resa disponibile la capogruppo locale Pd Nadia Romeo.

Il Comune di Prata di Pordenone (PN) ha inaugurato la nuova scuola elementare nella frazione di Villanova anche con una messa.

La redazione

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.