TwitterFacebookGoogle+

La clericalata della settimana, 43: Ogliastro e Prignano Cilento

statuapadrepioLa clericalata della settimana è dei Comuni di Ogliastro e Prignano Cilento (CE), che perseguono l’obiettivo di edificare una statua dedicata a padre Pio alta 80 metri dal costo complessivo di 150 milioni di euro, nonostante l’area sia minacciata da dissesto idrogeologico e la collina scelta per la costruzione rischi di franare.

Il protocollo d’intesa, cui aderiscono la Fondazione Alessandro e Teresa Martino del cardinale Renato Raffaele Martino e i Comuni di Ogliastro e Prignano Cilento (CE), prevede l’edificazione dell’idolo e di un annesso centro di ricerca per malattie genetiche. Tale protocollo impegna la fondazione a pagare una penale del 10% sui 150 milioni in caso di ritiro dall’accordo. Secondo l’Autorità del Bacino del Sele l’area della collina del Tempone dove dovrà sorgere l’idolo è gravata da pericolo frana P4 (“molto elevata”), quindi non si potrebbe ampliare la volumetria. In un territorio dove già sono carenti le infrastrutture di servizio per la cittadinanza, come tubature, l’acqua corrente, ospedali.

 

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

Otto proposte di legge sono state presentate da Lega Nord, gruppo Misto, Autonomie, Democrazia Solidale per ripristinare come festività civili, con chiusura di scuole, aziende e uffici, le giornate dedicate a san Giuseppe, all’Ascensione, al Corpus Domini, ai santi Pietro e Paolo e alla Pentecoste.

La Asl di Bari ha distribuito una lettera da inoltrare alle donne che hanno appena interrotto volontariamente una gravidanza, in cui si augura alle interessate di non dover effettuare altri aborti. La pratica andrebbe avanti da anni, ma è stata resa pubblica ultimamente dalla protesta di una ragazza che si era rivolta all’ospedale Fallacara-Di Venere proprio per una ivg. Nel prestampato, che la Asl ora ha assicurato di non distribuire più, si parlava di “implicazioni di ordine morale, sociale e psicologico” dell’aborto, definita pratica con “rischio per la stabilità emotiva della donna con possibili ripercussioni sul piano relazionale”.

A Pomezia il Comune ha riqualificato con circa 20 mila euro un giardino pubblico degradato, ma è stata installata anche la statua di una madonnina.

Il Comune di Stezzano (BG) ha riservato alle unioni civili un piccolo ufficio, negando il salone per le cerimonie. La sindaca Elena Poma, sostenuta da Lega Nord e Forza Italia, ha dichiarato: “Abbiamo scelto di non utilizzare la sala delle cerimonie perché la firma delle unioni, appunto, non è una celebrazione. È solo una dichiarazione davanti a un pubblico ufficiale”.

Il presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha tenuto una lectio magistralis presso la Pontificia università lateranense, in cui elogiava il ruolo svolto da Giovanni Paolo II per l’affermazione di “libertà religiosa e libertà civili” in Polonia, durante il regime comunista.

Il sindaco di Tertenia (NU), Giulio Murgia, ha invitato il parroco a benedire i locali della scuola materna locale. Durante l’inaugurazione, il sacerdote ha benedetto il cortile ed è stato invitato da alcuni genitori clericali a compiere il rito magico anche nelle aule, ma la dirigente ha obiettato che quell’atto violava il principio di laicità.

Il Consiglio Regionale – Assemblea Legislativa delle Marche, la Regione Marche e il Comune di Ancona hanno dato il patrocinio a una serie di incontri di impostazione integralista che si svolgeranno queste settimane. Nei titoli delle conferenze si parla di “conversione dall’umanesimo ateo e dal politicamente corretto” e di famiglia “senza alternative”.

Tra le menzioni speciali, per episodi non strettamente clericali ma che evidenziano la tendenza a promuovere le pseudoscienze, da segnalare il fatto che Regione Abruzzo, Provincia de L’Aquila e Comune de L’Aquila hanno dato il patrocinio a al convegno La vita oltre la vita, con diversi “ricercatori” (tra cui spiccano parapsicologi, esperti di meditazione, guru, presunti miracolati) che si confrontano sul tema dell’aldilà. Dulcis in fundo, pur essendo stata sventata la proiezione del documentario antivaccinista Vaxxed in Senato, organizzata dall’onorevole Bartolomeo Pepe, l’ex medico Andrew Wakefield, radiato dall’ordine per uno studio falsificato che legava l’autismo ai vaccini, ha comunque visitato il Parlamento accompagnato dal senatore.

La redazione

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.