TwitterFacebookGoogle+

La clericalata della settimana, 8: calcoli politici contro le unioni civili

senato-unioni2La clericalata della settimana è dei politici che per calcoli elettorali rischiano di far affossare la legge sulle unioni civili.

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

Numerosi senatori, nel tentativo di boicottare la legge sulle unioni civili, hanno inoltre presentato diverse centinaia di emendamenti strumentali.

Il premier Matteo Renzi, allo scopo di accontentare la minoranza clericale del Pd e gli alleati dell’Ncd, sta pensando di proporre un decreto legge contro la gestazione per altri e una legge sulle unioni civili senza riferimenti al tema dell’adozione.

Il sindaco di Telgate Fabrizio Sala (Lega Nord) ha fatto installare sei nuovi cartelli stradali su cui, oltre alla denominazione comunale, compare anche la scritta “Paese del Santo Crocifisso”, “una decisione pensata a lungo e concordata con don Alberto e don Mario, parroco e curato di Telgate”.

Una relazione divulgata nei giorni scorsi ha reso noto che la copertura delle statue “oscene” ai Musei Capitolini durante la visita del presidente iraniano Rouhani fu pretesa dalla delegazione della repubblica islamica e accettata dalla responsabile del cerimoniale italiano, Ilva Sapora.

Si è svolto a Catania un convegno sull’insegnamento della religione cattolica tra i cui relatori era presente anche un rappresentante del Miur: Luciano Chiappetta, consigliere del ministro Giannini.

Il rettore dell’università di Bari ha autorizzato l’organizzazione di un convegno anti-gay con la partecipazione di Mario Adinolfi, direttore de La croce.

La redazione

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.