TwitterFacebookGoogle+

La corsa per salvare le balene dela Nuova Zelanda – Video

E’ una corsa contro il tempo per i soccorritori delle 440 balene spiaggiate sulle coste della Nuova Zelanda. La speranza è di salvarne almeno 100.

I mammiferi si trovano a Farewell Spit, a South Island, dove sono arrivate durante la notte. Sono arrivate nella notte insieme ad altre 300 che però non sono riuscite a sopravvivere. Sul posto, riferisce la Bbc, sono presenti decine di volontari che tentano di accompagnare i cetacei in mare, a fatica, man mano bagnandole con getti di acqua e impacchi.

 

Perché sono arrivate sulla spiaggia 

Le cause degli spiaggiamenti delle balene, o dei delfini, non sono ancora state chiarite definitivamente dalla scienza, ma si ritiene che all’origine vi siano le condizioni di salute o la vecchiaia, e ci si è interrogati se la decisione di dirigersi verso la terra sia una forma di suicidio. A causare gli spiaggiamenti possono essere, semplicemente, errori dell’animale nell’individuare la rotta da seguire, e talvolta accade che la balena spiaggiata lanci un segnale e le altre sopraggiungano, finendo per restare intrappolate. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.