TwitterFacebookGoogle+

La Croazia chiude tutti i valichiE la Slovenia ferma i treni

(AGI) – Zagabria, 18 set. – La Croazia avrebbe chiuso tutti e otto i valichi di frontiera con la Serbia per impedire il passaggio dei rifugiati, secondo quanto scrive l’agenzia di stampa nazionale di Belgrado Tanjug. La notizia non e’ stata confermata dalle autorita’ di Zagabria che hanno ufficialmente annunciato la chiusura di 7 valichi di frontiera su otto “fino a ulteriori comunicazioni”. La Slovenia ha deciso di fermare il traffico ferroviario dalla Croazia. La decisione e’ scattata dopo il fermo di 150 migranti a Dobova, provenienti dalla Croazia. “Al momento – afferma la polizia slovena – il traffico passeggeri non e’ operativo”. La Repubblica Ceca, invece, si dice pronta ad aiutare i rifugiati ma conferma la sua contrarieta’ al piano di distribuzione dei migranti nell’Ue secondo quote obbigatorie, come proposto dalla Commissione europea. Lo ha detto il primo ministro Bohuslav Sobotka al quotidiano economico Hospodarske Noviny in edicola oggi. “Ci sara’ una pausa durante l’inverno – ha osservato Sobotka – ma poi partira’ una nuova ondata” di rifugiati verso l’Ue. “Centinaia di migliaia di rifugiati sono in moto e una delle ragioni per cui abbiamo rifiutato le quote – ha spiegato – e’ che non si finisca con l’approvazione di una soluzione burocratica per poi dire che e’ stato tutto risolto”. Il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, ha organizzato un summit straordinario sull’emergenza migranti per mercoledi’ prossimo. “Siamo pronti ad aiutar migliaia di rifugiati – ha affermato il premier Sobotka – ma i numeri non hanno senso. Speriamo che il summit venga incentrato sulla sostanza, cioe’ a dire su quello che sta succedendo nei quartieri dell’Europa”. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.