TwitterFacebookGoogle+

La decisione finale sul piccolo Charlie e gli altri appuntamenti in agenda

MIGRANTI, viglia della la riunione dell’Agenzia Frontex a Varsavia. Sul tavolo, le richieste di collaborazione dell’Italia per la prima accoglienza e il no di alcuni Paesi dell’Unione ad aprire i porti. La situazione resta tesissima, l’Italia minaccia di sospendere i pagamenti a Bruxelles.

CHARLIE, l’Alta corte di giustizia di Londra decide sulla sorte del bambino di 10 mesi affetto da una sindrome rara e incurabile. Sul tavolo del giudice Francis le richieste e gli appelli per provare nuove cure sperimentali.  La Corte deve decidere se esistono i presupposti per accogliere la richiesta dei medici per proseguire le cure.

BANCHE VENETE, il decreto legge va in aula alla Camera. All’Eurogruppo di Bruxelles si parla della liquidazione dei due istituti. Partecipa il ministro Padoan.

POLITICA, si riunisce il Consiglio dei ministri, ma i riflettori sono accesi sulla commissione Sanità del Senato dove si discute il decreto sull’obbligo delle vaccinazioni per iscrivere i bambini ai nidi e alle scuole materne. Attesa anche per la ‘enews’ di Matteo Renzi, dopo le polemiche del week end sul suo libro ‘Avanti’. Il Mdp illustrerà alla stampa i nomi delle nuove adesioni al movimento nato dalla scissione con il Pd.

ECONOMIA, Eurostat pubblica il rapporto sulla popolazione Ue. In Borsa è l’Italian sustainability day a Milano con ceo Jerusalmi. In tema di Innovazione, c’è lo European Innovation Academy a Torino.

CRONACA, al Csm processo disciplinare a Michele Emiliano, governatore della Puglia ed ex magistrato. Beatrice Lorenzin interverrà ad un convegno per parlare di assistenza sanitari ai rifugiati, si annunciano polemiche. Nuova udienza a Brescia sul processo per la morte di Yara.

SPORT, riprende Wimbledon dopo la sosta domenicale, in programma gli ottavi di finale. Decima tappa al Tour de France.  

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.