TwitterFacebookGoogle+

La dieta 'salata' degli italiani consumano doppio del consigliato

(AGI) – Milano, 24 giu. – Il sale non va demonizzato, non solo perche’ e’ una componente importante della dieta mediterranea, ma perche’ l’apporto di sodio e’ insostituibile per il corpo umano. Un consumo eccessivo di sodio, tuttavia, e’ nocivo, e l’Organizzazione Mondiale della Sanita’ richiede una riduzione del consumo di sale del 30% nei prossimi anni. E’ quanto emerso da uno studio sul sale presentato oggi alla stampa dalla nutrizionista Maria Letizia Petroni, in occasione del lancio sul mercato di un nuovo sale marino prodotto da ‘Gemma di Mare’ (Compagnia Italiana Sali) che contiene il 50% in meno di sodio. In Italia il consumo medio di sale e’ di 10,8 grammi al giorno tra gli uomini e di 8,4 g tra le donne, una quantita’ dunque superiore al fabbisogno consigliato dall’OMS (5 al giorno). “Vi sono solide evidenze che un eccessivo apporto di sodio, in particolare di cloruro di sodio, si associ con un aumento del rischio cardiovascolare – ha dichiarato Maria Letizia Petroni – Anche se questo vale soprattutto per quel 40% della popolazione che e’ sensibile al sale per predisposizione genetica”. Il sodio e’ indispensabile per il corpo umano e il fabbisogno minimo fisiologico e’ di 500 mg al giorno. Il corpo umano contiene circa 90 grammi di sodio, un minerale che gioca un ruolo fondamentale in diversi processi fisiologici. Il comune sale da cucina e’ costituito per il 99% ed oltre da cloruro di sodio (sodio 39%) e contiene solo quantita’ minime di magnesio, potassio e calcio. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.