TwitterFacebookGoogle+

La donna non esiste. E l’uomo? Sesso, genere e identità

LE RIFLESSIONI DI NICLA VASSALLO E DI NOTI INTELLETTUALI PER ANDARE OLTRE … I PREGIUDIZI DI GENERE.
Sesso, identità, genere: tanto se ne parla, non sempre con cognizione di causa.

Dopo essersi battuta al fianco del think tank Ama Nutri Cresci contro ignoranza e omofobia, Nicla Vassallo ha raccolto preziosi contributi di noti intellettuali per fare un po’ di chiarezza riguardo a sesso, identità e genere. Il risultato è il volume “La donna non esiste” in uscita tra pochi giorni per Codice Edizioni con le riflessioni di Ulrich Pfeffer, Adriana Albini, Maurizio Mori, Eva Cantarella, Vera Tripodi, Claudia Bianchi. Il volume si  pone l’ambizioso obiettivo di superare luoghi comuni e stereotipi oggi dominanti (e limitanti), a favore della centralità della singolarità e individualità di ogni essere umano. “La donna non esiste” affronta perciò questioni cruciali, quali ad esempio: quanti sono i sessi? Come si pone la biologia di fronte alla classificazione dell’appartenenza ai sessi e alla multidimensionalità dell’identità di genere? Come la bioetica ripensa l’“umano” dopo il superamento del binarismo sessuale? Le nostre città marginalizzano gli individui la cui vita sociale e privata non può essere ingabbiata in spazi specializzati? Che tipo di medicina è la medicina di genere? In quali modi il neuro-sessismo continua a manifestarsi nel rapporto comunicativo fra scienza e società civile?

Per maggiori dettagli sul libro →

Milano – Genova, 22 gennaio 2018

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.