TwitterFacebookGoogle+

“La Fornero deve restare”. Berlusconi gela ancora Salvini

“Per evitare gravi effetti sui conti previdenziali” va confermata l’età di 67 anni, tranne che “in alcuni casi” e “per un periodo di tempo limitato”. Silvio Berlusconi spiega, in un’intervista a Il Sole 24 Ore, salva la legge Fornero e apre un nuovo fronte di scontro con l’alleato-rivale Matteo Salvini dopo le divergenze sui dazi di Trump e sul nome di Antonio Tajani come possibile candidato premier, entrambi punti sui quali il Cav ha ribadito il proprio orientamento nella conversazione con il quotidiano, al quale ha esposto il suo programma economico. Nel complesso, spiega il leader di Forza Italia, si tratterà di “un pacchetto di misure da approvare 
prima dell’estate: la flat tax, e contemporaneamente le misure per aggredire subito la povertà e la disoccupazione: il reddito di dignita’”, quindi, “l’aumento immediato delle pensioni più basse a 1000 euro per tutti, comprese le casalinghe che non hanno mai potuto versare contributi”.

“Il mio governo sarà fortemente europeista”

Berlusconi torna quindi sulle politiche di Trump: “II protezionismo – afferma – è sempre un metodo sbagliato, che penalizza prima di tutto i consumatori dello stesso paese che lo applica. Può favorire la crescita nel breve periodo, ma si tratta di una crescita drogata e destinata a esaurirsi presto. Da questo punto di vista la signora Merkel ha perfettamente ragione”. Ok invece alle misure fiscali del presidente americano che “stanno già avendo un positivo effetto di stimolo sull’economia americana. Mi auguro che applichi questa stessa visione liberale al commercio internazionale”.

Tornando poi ai suoi colloqui a Bruxelles, il Cavaliere ha ribadito che il suo governo, qualora la coalizione vincesse le elezioni, “sarà fortemente caratterizzato in senso europeista”. “Tajani – ha proseguito – sarebbe un eccellente Presidente del Consiglio, ha l’esperienza, l’autorevolezza e i rapporti internazionali giusti per ricoprire quella carica”. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.