TwitterFacebookGoogle+

“La guardiana delle SS fu assoldata dalla Cia”

Hildegard Lächert è stata una delle più spietate donne della Germania nazista. Dopo la guerra, secondo lo Spiegel, fu reclutata per scoprire un disertore polacco.

05/09/2016 –
alessandro alviani –
berlino –

Hildegard Lächert, una guardiana delle SS nota per la sua particolare brutalità, venne reclutata dalla Cia nel 1956 e girata in seguito al Bnd, i servizi segreti tedesco-occidentali. Lo rivelano documenti della Cia citati dallo Spiegel.

L’obiettivo era raccogliere informazioni su un potenziale disertore dei servizi polacchi che la Lächert aveva conosciuto in prigione in Polonia. La Cia e il Bnd erano al corrente del suo passato: la reclutarono infatti dopo che aveva scontato una pena carceraria per i suoi crimini nazisti.

Nella sua funzione di guardiana nel campo di sterminio di Majdanek la Lächert, soprannominata “la sanguinaria Brygida”, picchiò tra l’altro dei bambini sui camion che li trasportavano nelle camere a gas, scagliò il suo pastore tedesco contro una donna incinta, che venne sbranata dal cane, spinse in una fossa usata come latrina due prigioniere greche, che morirono annegate nelle feci.

Da gennaio ad aprile del 1945 fu impiegata nel cosiddetto Durchgangslager Bozen, il campo di concentramento di Bolzano, dove venne soprannominata “la tigre” a causa della sua spietatezza.

Nel 1956 la Lächert venne espulsa dalla Polonia; a dicembre raggiunse Berlino Ovest. La Cia, che la sottopose tra l’altro anche al test della macchina della verità, le chiese di inviare ogni mese una lettera col suo attuale indirizzo a una casella postale, per essere sicura che fosse tutto a posto. In caso di emergenza un uomo della Cia l’avrebbe contattata, presentandosi come “un rappresentante di Herr Kappler”. La Lächert soddisfa “molto bene” i requisiti di sicurezza, il che dipende dalla sua “formazione da parte delle SS”, notò un dipendente della Cia di Berlino.

Presto, però, la donna iniziò a contattare di propria iniziativa altre agenzie statunitensi e a parlare apertamente dei suoi contatti con la Cia. La quale decise a quel punto di girarla al Bnd, che dopo l’“ottima impressione” iniziale si ritrovò a fare esperienze simili a quelle della Cia e decise di interrompere la collaborazione.

Un decennio dopo Hildegard Lächert venne arrestata dalla polizia per i suoi crimini nel campo di Majdanek. In quel momento lavorava tra l’altro come donna delle pulizie in un bordello. Prima del processo minacciò la Cia di rendere pubblici i suoi passati legami coi servizi statunitensi. Un tentativo che non ebbe successo. Nel corso del processo si candidò alle elezioni europee del 1979 nelle liste di una piccola formazione di estrema destra. Nel 1981 venne condannata a 12 anni, che non scontò a causa della detenzione cautelare e della precedente pena in Polonia. È morta nel 1995.

http://www.lastampa.it/2016/09/05/esteri/la-ss-lchert-fu-assoldata-dalla-cia-kPK89j0rIVl87MSKC5tj0N/pagina.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.