TwitterFacebookGoogle+

La madre attivista anti gay, la figlia transgender: la guerra in famiglia

Carla Gonzalez, 19enne figlia della nota attivista per la “famiglia tradizionale” Marcela Aranda, ha dichiarato pubblicamente di essere transessuale. E si è scatenato il dibattito. Tra veri e imbarazzi.

globalist –
29 novembre 2017 –

Carla Gonzalez, 19enne figlia della nota attivista per la “famiglia tradizionale” Marcela Aranda, ha dichiarato pubblicamente di essere transessuale, di voler cambiare sesso e nome legale e di vivere grazie all’aiuto economico di Movilh, il Movimento di integrazione e liberazione omosessuale del Cile.

Il caso ha scatenato commenti, dibattiti, prese di posizione. Marcela Aranda fa parte dell’organizzazione Bus della Libertà, che circa 5 mesi fa ha percorso le strade di Santiago scatenando manifestazioni contrastanti e lanciando messaggi tra i quali: «Con i miei figli non si scherza». Marcela, portavoce del movimento contrario all’identità di genere e alla diversità sessuale, è una figura rappresentativa del rifiuto dei diritti delle comunità Lgbt.L a figlia dell’attivista, Carla Gonzalez, ha spiegato di «non avere contatti» con la madre «da circa tre anni. Non ricordo quando è stata l’ultima volta che abbiamo parlato», ha spiegato. In occasione del passaggio del Bus della libertà “mi sono sentita discriminata”

http://www.globalist.it/news/articolo/2015634/la-madre-attivista-anti-gay-la-figlia-transgender-la-guerra-in-famiglia.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.