TwitterFacebookGoogle+

La Meloni difende il giovane romano che ha aggredito il pusher del fratello

“È chi spaccia droga a dei ragazzini minorenni a dover essere indagato”. Così Meloni difende il giovane romano che ha aggredito il pusher del fratello con una mazza da baseball. E la rete si divide.

“È chi spaccia droga a dei ragazzini minorenni a dover essere indagato”. Poche parole affidate ad un post Facebook e la promessa di aiutare il ragazzo romano che, qualche giorno fa, ha massacrato lo spacciatore del fratello 15enne a colpi di mazza da baseball.

Così la leader di Fratelli d’Italia fa discutere il web.

“Per noi – ha scritto Giorgia Meloni – è chi spaccia droga a dei ragazzini minorenni a dover essere indagato per tentato omicidio, non un fratello disperato”. Ed è per questo che Fratelli d’Italia si candida ad offrire assistenza legale gratuita al giovane aggressore che, dopo il raptus di violenza, è stato denunciato in stato di libertà per il reato di tentato omicidio. “Non siamo mai stati e non siamo per la giustizia fai da te, ma non possiamo far finta di non sapere che questo ragazzo non aveva strumenti per difendere il suo fratellino dalla droga, magari dalla dipendenza, forse perfino dalla morte”.

Ma cosa sarebbe successo se, invece di brandire quella mazza da baseball, il giovane avesse sporto denuncia contro lo spacciatore? Secondo la Meloni, “grazie alla sinistra delle depenalizzazioni e degli svuotacarceri, assolutamente nulla”. “Cara Meloni – gli risponde sarcastico qualcuno – la sinistra non esiste più”.

Pioggia di like, condivisioni e commenti hanno accolto il post. Ma la rete si divide tra chi condivide la visione dell’esponente di destra e vorrebbe addirittura “conferire al ragazzo un premio” e chi, invece, la critica accusandola di diffondere “la cultura del manganello e dell’olio di ricino”.

http://www.ilgiornale.it/news/politica/meloni-difende-giovane-romano-che-ha-aggredito-pusher-1425928.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.