TwitterFacebookGoogle+

La nave anti-immigrati è in avaria, ma rifiuta l'aiuto della Ong

La nave anti-migranti ‘C-Star’, in avaria nel Mediterraneo, ha rifiutato l’aiuto della ‘Sea-Eye’, la nave della ong che era stata incaricata dal centro di coordinamento soccorsi di Roma di prestare soccorso agli estremisti di destra. “Contattati via radio – spiega la ‘Sea-eye’ in un tweet – gli identitari hanno rifiutato ogni aiuto. La Sea-Eye è quindi tornata in zona Sar (Search and rescue, ndr) su indicazioni” del Centro di coordinamento del soccorso marittimo.

La C-star, nave del progetto Defend Europe – nato dal movimento “Generazione Identitaria” un’organizzazione ‘multinazionale di estrema destra, francese, italiana e tedesca nata nel 2012 – n avaria nel Mediterraneo e, per colmo di ironia, è stata soccorsa dall’equipaggio della Sea-Eye imbarcazione della Ong omonima, che pattugliava quello stesso tratto di mare per il salvataggio dei migranti. 

E’ stato un portavoce di Sophia, come viene chiamata l’operazione Eunavformed, a informare il direttore di Sea-Eye, Michael Busch Heuer, che la nave era in difficoltà e alla deriva. “Dal momento che il Sea-Eye è il più vicino alla C-Star, appena partita dal porto di Famagosta, dove era stata messa sotto sequestro, siamo stati incaricati dalla capitaneria di porto di Roma (che cordina i salvataggi nel Mediterraneo Occidentale) di fornire aiuto alla nave” si legge sulla pagina Facebook dell Ong. “Aiutare in situazioni di pericolo è il dovere di chiunque sia in mare – senza distinzioni di origine, colore, religione o mentalità” ha commentato Michael Busch Heuer. Ma l’aiuto, a quanto risulta ad Agi, è stato alla fine rifiutato.

(notizia aggiornata l’11 agosto 2017 alle ore 20,45)

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.