TwitterFacebookGoogle+

La Sapienza assegna 80 borse di studio. Una intitolata a Marta Russo

Ottanta studenti e neolaureati della Sapienza e di altre università italiane sono stati premiati con borse di studio e riconoscimenti assegnati dalla Fondazione Roma Sapienza nell’anno accademico 2016/2017.
I giovani hanno partecipato ai numerosi bandi che coprono tutte le aree scientifico-disciplinari dell’Ateneo.

Il premio intitolato a Caterina Tomassoni e Felice Pietro Chisesi, destinato a scienziati, italiani o stranieri, che abbiano maggiormente contribuito al progresso della Fisica, è stato assegnato a a Fabiola Gianotti Direttore Generale del CERN di Ginevra.
Numerose borse di studio sono state assegnate a studenti della Sapienza provenienti dalle aree colpite terremoti in centro Italia.

Cinque premi di laurea sono stati intitolati a Tullio De Mauro, padre della linguistica italiana e docente emerito della Sapienza. I premi sono stati consegnati agli autori delle migliori tesi in Filosofia del Linguaggio, Linguistica Educativa, Educazione Linguistica, Linguistica Generale e nell’ambito della comprensibilità linguistica sui temi della comunicazione pubblica e istituzionale.

In occasione dei vent’anni dalla scomparsa di Marta Russo, quest’anno la Fondazione Roma Sapienza, in accordo con l’Ateneo, ha dedicato alla studentessa una borsa di studio per la preparazione di una tesi magistrale all’estero conferita a un laureando in Scienze giuridiche della Sapienza. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.