TwitterFacebookGoogle+

La storia del pilota italiano che ha salvato mille persone

Solo l’abilità di un pilota italiano, Roberto Vallicelli dell’Air Seychelles, ha scongiurato venerdì scorso una collisione in volo tra un Airbus A380, il colosso dei cieli, della Emirates con 615 persone a Bordo ed un A330 con 277 passeggeri. Tutto è iniziato quando l’A380, decollato da Dubai alla volta delle Mauritius è stato autorizzato a scendere ad una quota di 38.000 piedi (11.500 metri) dai controllori del tarffico aereo mentre si stava avvicinando all’Oceano Indiano. Contemporaneamente un A330 della Air Seychelles, con ai comandi Vallicelli, riferisce il britannico Daily Telegraph, decollato dalle Mauritius stava viaggiando in direzione opposta.

EMIRATES A380 ALMOST COLLIDED (NEAR MISS) WITH AIR SEYCHELLEShttps://t.co/aBTNWHBVEq

— atc-unit (@intereha) 17 luglio 2017

I piloti dell’A380 hanno per errore impostato una quota inferiore a quella autorizzzata di 38.000 piedi, 2.000 in meno (10.900 metri), la stessa dell volo Air Seychelles. Quando il sistema automatico di allarme ha iniziato a segnalare il pericolo di collisione Vallicelli ai comandi del più piccolo A330 è riuscito ad effettuare una decisa virata a destra ed evitare lo scontro in volo. Alla fine i due jet sono passati alla medesima quota ad una distanza di soli 14 km, un nulla quando si viaggia intorno ai 900 km/h.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.