TwitterFacebookGoogle+

La svolta di Merkel, apertura sulle nozze gay

La cancelliera: libertà di coscienza ai parlamentari. Tolta a Schulz un’arma elettorale.

Pubblicato il 27/06/2017 –

letizia tortello –

Per chi credeva che la campagna elettorale tedesca fosse stata finora fin troppo noiosa, a tre mesi dalle elezioni del 24 settembre ieri è arrivata la scossa. Ironia della sorte, sembra essersi formata una “grandissima coalizione” ancor prima del voto. La sorpresa riguarda un tema dibattuto in Germania da 10 anni, le “nozze gay”, che ora potrebbe essere vicino a una svolta. La cancelliera Angela Merkel ha annunciato che lascerà libertà di coscienza ai suoi parlamentari su una legge che sancisca il matrimonio per le coppie omosessuali.

Una svolta per la leader della Cdu, alla ricerca del suo quarto mandato da cancelliera. È infatti la prima volta che parla così: nel 2013 si era detta espressamente contraria all’estensione dell’uguaglianza di diritti e alle nozze per tutti. Le unioni civili fra persone dello stesso sesso sono legali in Germania dal 2001, ma non le nozze. Questo significa che, ad esempio, le coppie omosessuali non possono adottare un figlio, come accade per una coppia eterosessuale.

La svolta di Merkel è arrivata lunedì, con un’intervista alla rivista femminile Brigitte. Il secco “no” ripetuto finora dai cristiano-democratici sui matrimoni gay, ora si ammorbidisce. Prima dell’ortodossia del partito, verrà la libertà di voto dei parlamentari, una prassi che viene solitamente utilizzata per le questioni etiche in votazione al Bundestag.

Le parole della cancelliera suonano come una piccola, ma significativa vittoria politica del suo avversario alle elezioni, Martin Schulz, leader dell’Spd, che puntava a mettere Merkel nell’angolo, isolandola su un tema etico sensibile. L’Spd di Schulz ha già siglato un accordo con Fdp e Verdi per estendere dopo le elezioni il matrimonio a tutti. I socialdemocratici al momento sono al governo con la Cdu della cancelliera nella “Grosse Koalition”. Nell’ottica di un’alleanza futura per governare, insieme ai liberali dell’Fdp e ai Verdi chiariscono che le nozze gay sono una delle condizioni.

http://www.lastampa.it/2017/06/27/esteri/la-svolta-di-merkel-apertura-sulle-nozze-gay-zQDi7VgccilShWcCzJi2DL/pagina.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.