TwitterFacebookGoogle+

La verità è che i missili di Kim potrebbero colpire benissimo l'Europa, anche Roma 

Contrariamente a quanto affermato dal ministro della Difesa francese, Florence Parly, secondo la quale la Corea del Nord potrebbe sviluppare prima del previsto missili balistici intercontinentali (Icbm) in grado di raggiungere l’Europa, in realtà Kim Jong-un se vuole può già oggi colpire tutta l’Europa.
Sulla base dell’analisi del lancio di prova del 28 luglio scorso del primo (Icbm) nordcoreano, l’Hwasong-14, che raggiunse – a titolo dimostrativo – un apogeo anomalo (l’apice della traiettoria parabolica) di ben 3 volte superiore a quella massima normale, a 3.724,9 km di altitudine (un Icbm tocca al massimo un picco tra i 550 ed i 1.200 km) e precipitò in mare a 998 km di distanza nel Mar del Giappone, dopo aver volato in totale 47 minuti, i tecnici hanno dedotto che il vettore ha una gittata di almeno 10.000 km.
 

Scheda: Cos’è esattamente un missile balistico intercontinentale

 
Ebbene tutte le grandi capitali europee – basta verificare le distanze su una mappa – sono già a portata di tiro di Hwasong-14. Ciò al netto della capacità, non ancora accertata, anche se temuta, che nell’ogiva del missile possa essere piazzata la bomba all’idrogeno (bomba H), decine se non centinaia di volte più potente di una normale bomba atomica, come quella esplosa domenica con una potenza di 120 chilotoni (un chilotone misura una potenza pari alla deflagrazione di 1.000 tonnellate di tritolo), quasi 10 volte la potenza di ‘Little Boy’, la prima bomba atomica sganciata dagli americani su Hiroshima il 6 agosto 1945. Ordigno da installare a sua volta nel terzo pezzo del sistema dopo il missile e la bomba in sé: il “veicolo di rientro nell’atmosfera”, sufficientemente stabile e robusto che garantisca che la bomba centri l’obiettivo senza distruggersi prima per le alte temperature e le vibrazioni nella fase terminale del volo, senza peraltro innescare un’esplosione atomica.
 

Quali città in Europa potrebbe colpire Pyongyang 

In particolare considerando le grandi capitali e la traiettoria più diretta, quella che passa sopra la Russia:
 
  • Berlino, la più vicina, è a 7.930 Km
  • Bruxelles a 8.504 km
  • Londra è a 8.664 km
  • Roma è a 8.762 km 
  • Parigi è a 8.768 km
  • Madrid è a 9.764 a km
  • Lisbona è la più lontana, a 10.218 km di distanza. 
  • Sempre in Europa ma extra Ue c’è anche Mosca a soli 6.412 km. 

Scheda: Gli effetti di una bomba all’idrogeno su una città, come Roma

 
Nella direzione opposta, tutte le città della costa occidentale Usa (da Seattle, a San Francisco a Los Angeles) e quelle fino in Montana, Wyoming e Colorado sono nel raggio d’azione dell’Hwasong 14. Troppo lontane, ma non di molto, quelle della costa orientale americana: Washington è a 11.043 km e New York è a 10.962 da Pyongyang.
 

Lo scudo antimissile americano, che l’Europa non ha 

Gli Usa, però, a differenza dell’Europa hanno un sistema di difesa missilistica (Ground-Based Midcourse Defense) in grado – in teoria, su 20 test in cui l’intercettore conosceva direzione, ora di lancio e traiettoria del missile da abbattere, ossia tutto, 8 sono falliti – di intercettare qualche Icbm. In totale i missili intercettori al momento operativi sono 44, divisi tra la base in Alaska di Fort Greely e quella di Vandenberg in California. Il programma, al costo di 40m miliardi di dollari, dovrebbe migliorare ed incrementare il numero di vettori. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.