TwitterFacebookGoogle+

Ladro in chiesa sorpreso da prete tecnologico e coreano curioso

Roma – E’ entrato nella Chiesa di San Biagio a Montepulciano come un fedele qualunque, convinto che una comitiva di turisti coreani, impegnata ad ammirare le bellezze artistiche del santuario, non badasse a lui, e nel buio di una cappella ha ‘aggredito’ il contenitore delle offerte pescando con tanto di metro pieghevole in legno e nastro biadesivo monete e banconote. Nel giro di pochissimo tempo ha saputo sottrarre con perizia dalle cassette dell’elemosina ben 80 euro ma il bottino poteva essere più corposo se uno degli orientali in visita nella Chiesa non avesse assistito alla scena e lanciato l’allarme, tramite la guida turistica che accompagnava il gruppo. E cosi’ sono bastati pochi minuti perchè il sagrestano avvertisse il parroco, che si è collegato subito tramite smartphone al sistema interno di videosorveglianza. Il sacerdote ha cosi’ potuto osservare in diretta la scena che inchiodava il ladro e ha chiamato i carabinieri. Quando i militari dell’Arma sono entrati in Chiesa, il ladruncolo, un ascolano di 59 anni, aveva fatto appena in tempo a nascondere i suoi attrezzi da lavoro e si era messo in ginocchio per pregare. I carabinieri, però, non si sono lasciati influenzare: hanno accompagnato l’uomo in sagrestia, lo hanno perquisito e hanno recuperato subito la refurtiva e gli strumenti per il furto. Il ladruncolo si è prodigato in scuse ma non ha potuto evitare l’arresto e il processo con rito direttissimo. Non era alla prima disavventura giudiziaria: ha già ricevuto diverse denunce in tutta Italia per ‘impresè simili. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.