TwitterFacebookGoogle+

L'anno record dei musei, ecco la classifica tra conferme e sorprese

Roma – Primo il Pantheon, secondo il circuito archeologico “Colosseo, Foro romano e Palatino”, terzi gli scavi di Pompei. E’ il ministero dei Beni e delle Attività culturali ad aggiornare il podio dei musei e dei monumenti italiani più visitati in un anno, il 2016, segnato dal nuovo record di ingressi: 44 milioni e mezzo. In classifica spunta il museo degli strumenti musicali di Firenze (al quinto posto) che fa solo 500mila visitatori in meno degli Uffizi.

Il Pantheon, con 7,4 milioni di visitatori, mezzo milione in più rispetto all’anno precedente, guida anche la hit dei luoghi della cultura gratuita (nettamente in vantaggio sul Parco di Capodimonte, poco sopra il milione di presenze, e il Parco del Castello di Miramare di Trieste, con 830 mila) mentre Colosseo, Foro e Palatino si confermano saldamente primi nella top 30 dei musei (con 6,4 milioni di visitatori) davanti agli scavi di Pompei (3,2 milioni).

Ecco la top-10

1) Pantheon (Roma) (7 milioni e 400mila visitatori)

2) Colosseo, Foro romano e Palatino (Roma) (6 milioni e 400mila visitatori)

3) Scavi di Pompei (Pompei – NA) (3 milioni e 200mila visitatori)

4) Galleria degli Uffizi (Firenze) (2 milioni di visitatori)

5) Galleria dell’Accademia e Museo degli strumenti musicali (Firenze) (1 milione 461mila visitatori),

6) Castel Sant’Angelo (1 milione 200 mila visitatori),

7) Venaria Reale (per la prima volta sopra il muro del milione, oltre 430mila visitatori in piu’ dell’anno prima),

8) Capodimonte (NA) (Un milione di visitatori)

9) il circuito Boboli e Argenti e Firenze (880mila)

10) Il Museo Egizio di Torino (852mila).

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.