TwitterFacebookGoogle+

Laos: nel crollo della diga almeno 19 morti e oltre 100 dispersi

Almeno 19 persone sono morte, e oltre 100 sono ancora disperse, dopo il crollo della diga in costruzione nella provincia meridionale di Attapeu in Laos. E’ il bilancio aggiornato riferito dalle autorità locali.

Almeno 8 villaggi sono stati completamente inondati e i soccorritori stanno utilizzando elicotteri e barche per cercare le centinaia di persone che mancano ancora all’appello o per salvare coloro rimasti bloccati sui tetti, ha riferito il governatore del distretto meridionale, Bounhome Phommasane. Nuove piogge, attese nei prossimi giorni, accompagnate da forti venti, potrebbero aggravare la situazione.

Il premier del Laos, Thongloun Sisoulith, è andato nella zona per supervisionare le operazioni di soccorso e l’assistenza alle vittime. L’azienda thailandese Ratchaburi Electricity Generating Holding, che partecipa al progetto di costruzione in joint venture con Xe-Pian Xe-Namnoy Power Company, ha attribuito il crollo “alle continue piogge che hanno portato all’ingresso di un grande volume d’acqua nel bacino”.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.